Recupero Password
Anche Quindici aderisce all'appello “Pace sui balconi”
06 febbraio 2003

MOLFETTA – 6.2.2003 In queste ore il pericolo di una guerra si fa sempre più concreto. Gli Stati Uniti sembrano decisi a sferrare l'attacco all'Iraq e provocare una nuova catastrofe. Pax Christi ha invitato tutti i cittadini, le associazioni, i movimenti, le istituzioni, gli enti, siano essi pubblici o privati, religiosi o laici, contrari alla guerra e favorevoli alla pace e alla via del dialogo a esporre da subito la Bandiera della Pace o un pezzo di stoffa bianco con scritto "no alla guerra", ai balconi delle case lasciandoli ben visibili finché non sarà definitivamente scongiurata la minaccia di un conflitto armato contro l'Iraq. Anche “Quindici” e il suo editore l'Associazione culturale “Via Piazza”, aderiscono all'iniziativa e invitano tutti ad esporre le bandiere della pace ai balconi. Noi la esponiamo nel balcone virtuale delle NEWS del nostro sito. Partite come semplice gesto di opposizione alla guerra da parte di cittadini e cittadini che hanno esposto una bandiera della Pace dai loro balconi, in queste ultime settimane le bandiere della Pace stanno "colonizzando" anche i balconi delle istituzioni. Dal Municipio di Taranto la bandiera della pace è sventolata, in occasione della Giornata della Memoria. L'ha esposta il sindaco di Taranto Rossana di Bello, Forza Italia, commentando il suo gesto con queste parole: "La guerra è sempre terribile, atroce, nemica della pace e degli uomini". Dopo un ampio riferimento storico al nazismo e all'Olocausto, il sindaco, rivolgendosi ai giovani, afferma: "Cerchiamo di dare un peso alle nostre parole di pace. Chiedete dunque di sapere, chiedete di ricordare affinché il mondo, da domani affidato a voi, si tenga lontano da guerra e distruzione". Da sabato scorso la bandiera della pace è esposta sul balcone di Ca'Farsetti, sede del Comune di Venezia e del suo Consiglio Comunale, sullo splendido Canal Grande, nonché dal balcone del municipio di Mestre, grazie all'iniziativa di Sandro Bregantin, Vicepresidente del Consiglio Comunale. La bandiera arcobaleno dal 22 gennaio è ben visibile anche all'esterno del Palazzo che ospita il Consiglio Regionale della Puglia, su proposta di Rifondazione Comunista. Lo decisione è stata presa dal Presidente del consiglio regionale pugliese Mario De Cristofaro (AN): "Il vessillo della pace - ha detto - non ha alcun intento politico. Il Consiglio rispetterà le decisioni del Parlamento ma non credo che gli Usa siano i gendarmi del mondo". Leonardo de Sanctis
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet