Recupero Password
Abbattista (Pd): i lati oscuri della revoca dell'incarico al presidente dell'Asm di Molfetta, Nappi
27 agosto 2009

MOLFETTA - “La vicenda della revoca dell'incarico di presidente dell'Asm a Francesco Nappi presenta dei lati oscuri sui quali è doveroso che il sindaco Azzollini faccia al più presto chiarezza”. Con queste parole Giovanni Abbattista (foto), coordinatore locale del Partito Democratico, ha commentato la notizia dell'avvicendamento alla presidenza dell'Azienda Servizi Municipalizzati. “Innanzitutto – prosegue Abbattista – è surreale che non vi sia, sull'argomento, alcuna notizia ufficiale diffusa dall'Ufficio Stampa del Comune, solitamente solerte nel diffondere i messaggi di propaganda del sindaco e della Giunta. E così, dal momento che su un argomento di tale delicatezza persiste un imbarazzato silenzio da parte dell'amministrazione, siamo costretti a trarre qualche informazione dalle indiscrezioni giornalistiche o dalle dichiarazioni rilasciate alla stampa da alcuni protagonisti di questa vicenda. Noi, dal canto nostro, chiediamo a gran voce che il sindaco intervenga anche al fine di sgomberare il campo dalle voci sempre più insistenti che iniziano a circolare in città e che lasciano presupporre che i motivi dell'allontanamento di Nappi siano ben altri rispetto all'inosservanza di un obbligo di carattere formale o amministrativo”. “Nel merito della vicenda, poi, non possiamo che ricordare la lunga e travagliata gestazione che portò alla nomina di Francesco Nappi alla presidenza dell'Asm. Tutti ricorderanno come all'epoca quella nomina creò un vero e proprio impasse, bloccando per settimane la stessa composizione della Giunta comunale. All'epoca Azzollini dovette cedere, piegandosi sorprendentemente alle richieste di Nappi, e oggi, revocandogli l'incarico dopo un solo anno, sancisce chiaramente il fallimento di quella scelta. Questa decisione, tra l'altro, dimostra l'insuccesso nella gestione dei servizi di pulizia delle strade e raccolta dei rifiuti che, nell'ultimo anno (al di là di qualche operazione di facciata utile solo ad apparire per qualche ora sugli organi di informazione locale), sono decisamente peggiorati, come dimostrano le continue denunce di disservizi da parte di molti cittadini, specie di quelli residenti nei nuovi quartieri di espansione. Ora ci auguriamo che il sindaco si decida a invertire radicalmente rotta, avviando una discussione pubblica e alla luce del sole sulle prospettive di rilancio di un'azienda strategica per la nostra città, in modo da renderla capace di operare al servizio dei cittadini. E' l'unica cosa che ai molfettesi interessa”.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""

Signori, veramente ci dobbiamo vergognare un pò tutti quanti noi Molfettesi e non solo il PD, noi che per primi votiamo, certa gente,che sporchiamo,molto,che siamo menefreghisti ,assai, della cosa pubblica. Vogliamo tutto dala cosa pubblica però non la sappiamo curare, perchè appene fuori dalla porta di casa nostra non ci frega più un ...Sig. ciccio bello, lei per chi ha votato? forse PDL, ne sono sicuro.Fare poklitica vuol dire interessarsi e curare la cosa pubblica, cosa molto difficile, a molfetta, perchè tutti si interessano della cosa privata, al limite della cosa dell'amico, cugini votante che gli deve rendere il favore.Infatti, si riparano le strade dove abita Tonino, si mette il parcheggio per i disabili esattamente d'avanti alla porta di quello dei traslochi, ecc.Perciò, chi deve andare al comune a governare, non ci andasse solo per fare favori a chi lo ha votato, ma bisogna lavorare,appunto, per la comunità.Quindi quando vi candidate non date i buoni benzina o pasti a tizio e caio, fatevi votare e basta, se vi votano.Avete capito, in special modo a chi di politica non ne capisce un..., a mlfetta sono tanti.Quindi ricordatevi politica vuol dire:teoria e praticache hanno per oggetto l'organizzazzione e il governo dello statoe non solo dove abita il mio votante, il Sindaco è di tutti e quindi deve lavorare per tutti, idem gli assessori. Molfetta è di tutti noi e noi dobbiamo governarla e mantenerla in uno stato ottimale, fate finte che sia la vostra automobile , curatela.


Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet