Recupero Password
A “Mediterre” alla Fiera del Levante, domani visita del presidente della Camera, Bertinotti Sarà anche costituito il Comitato promotore dei Parchi del Mediterraneo. Programmi e iniziative degli ultimi due giorni della manifestazione
29 settembre 2006

BARI - Domani sabato “Mediterre” alla Fiera del Levante di Bari, vivrà momenti significativi con la visita del Presidente della Camera dei Deputati , Fausto Bertinotti (foto) e la costituzione del Comitato promotore dei Parchi del Mediterraneo. Alle ore 11 l'incontro presso l'Auditorium di “Mediterre”, del presidente della Regione, Nichi Vendola, con l'illustre ospite, presenti il presidente della Federparchi, Matteo Fusilli, e l'assessore regionale all'Ecologia, Michele Losappio. Fra le ore 15,30 e le ore 18, presso l'Auditorium Unioncamere della Fiera, la costituzione del Comitato promotore del nuovo Organismo internazionale della Federazione dei Parchi del Mediterraneo e, a seguire, la presentazione dei Parchi di Algeria, ospite d'onore 2006 di “Mediterre”. Per i momenti di approfondimento e dibattito sulle tematiche eco-ambientali, alle 9,30, un “Forum delle reti”, che si svolgerà presso l'Auditorium Unioncamere a cura della Federparchi e con le conclusioni di Aldo Cosentino, direttore generale del Ministero dell'Ambiente ed una singolare quanto interessante Tavola rotonda, presso il padiglione della Regione Puglia, sui modelli e le sinergie nella gestione delle aree protette con l'intervento dei responsabili di circa venti Parchi naturali. La prolusione all'evento sarà dell'assessore regionale all'Ecologia, Michele Losappio. L'ultimo giorno di “Mediterre” ospita, presso l'Auditorium Unioncamere, una sessione a cura dell'Assessorato regionale ai Beni culturali, per una nuova politica dello studio, della gestione e valorizzazione culturale del territorio. L'apertura dei lavori, prevista per le ore 9, è dell'assessore regionale ai Beni Culturali, Domenico Lomelo. Alle ore 12, presso l'Auditorium dell'Unioncamere della Fiera del Levante di Bari, il presidente della Regione, Nichi Vendola, il presidente della Federparchi, Matteo Fusilli, l'assessore regionale all'Ecologia, Michele Losappio, presiederanno la sessione plenaria di chiusura di “Mediterre”. Per quanto riguarda gli eventi musicali, segnaliamo, per domani, sabato 30, lo spettacolo dell'Orchestra di chitarre “De Falla”, di Pasquale Scarola del Conservatorio di Bari, alle ore 10,30, presso l'Auditorium di “Mediterre”; nello stand ligure del Parco delle Cinque Terre, alle ore 18,30, lo spettacolo musicale di sette artisti catalani; alle ore 19, presso lo stesso Auditorium “Mediterre”, lo spettacolo di musiche tradizionali arabe di Bachir Gareche; alle ore 20 al padiglione 71 dell'ingresso orientale della Fiera del Levante di Bari, i concerti: “Les Tambours du Bronx” ed “I Tamburi del Vesuvio”. Domenica 1° ottobre, alle ore 11, il concerto dell'Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari, presso l'Auditorium di “Mediterre”; alle ore 17, presso lo stesso Auditorium , lo spettacolo teatrale del Teatro “Le Forche”; alle ore 18, l'originale spettacolo musicale degli studenti, della S.M.S. “ Dante Alighieri” di Casamassima (Ba). Il presidente di Federparchi: “Bene la svolta a favore di parchi, ora fare in fretta” Nel secondo giorno di “Mediterre”, Fiera dei parchi del Mediterraneo, la Federparchi desidera sottolineare la grande partecipazione alla cerimonia inaugurale, le parole e il sostegno a favore dei parchi espressi dal Ministro Pecoraro Scanio, relative alla necessità di una svolta immediata, fin dalla finanziaria in discussione, per il rilancio del Sistema delle aree protette, a cominciare dai parchi nazionali, sacrificati negli anni passati da continui e sempre più cospicui tagli alle risorse. La Federparchi ha particolarmente apprezzato l'intervento del Ministro e guarda con fiducia alla possibilità di questa svolta, essenziale del resto per utilizzare tutte le enormi potenzialità dello straordinario patrimonio costituito dalle aree protette terrestri e marine, quale contributo alla costituzione di un futuro sostenibile per il Paese e per la sua economia. Federparchi condivide specialmente le parole del Ministro, con le quali ha sottolineato come i parchi non sono e non possono essere considerati delle Società per azioni dirette a produrre ricchezza, ma Istituzioni impegnate a salvaguardare un patrimonio pubblico e collettivo di inestimabile valore, capace di produrre anche buona ricchezza. Per questo è fondamentale l'impegno del Ministro, ancora ribadito, a superare le limitazioni della Finanziaria 2006, ristabilendo le normali condizioni di spesa delle risorse disponibili, ripristinando un fondo adeguato al buon funzionamento dei parchi e introducendo alcuni elementi di novità nella politica governativa per le aree protette, assegnando risorse aggiuntive da destinare a investimenti per la tutela della biodiversità e lo sviluppo delle attività produttive compatibili e sostenibili. Insomma, queste e altre affermazioni del Ministro, accolte peraltro da ripetuti applausi dei presenti, concernenti la necessità di aggiornare la normativa sulle aree marine protette, il rispetto pieno degli impegni assunti con il Protocollo di Kyoto, l'urgenza di intervenire per la difesa del suolo arrestando il degrado territoriale e il disastroso dissesto idrogeologico del Paese, riflettono fedelmente l'impegno di Federparchi e le ripetute richieste che in passato sono state inascoltate e che finalmente oggi si vedono riconosciute. Ci sarà un “Parco della Pace” nel fiume Litani “Mediterre” è anche questo, la realizzazione di un “Parco della Pace”, sulle rive del Litani, in Libano, grazie alla mediazione della Federparchi e della Regione Puglia, Assessorato regionale al Mediterraneo. Tale risultato di grande valenza sociopolitica è stato ufficializzato al termine di un incontro con i ministri Adel Safar della Siria e Talel Salibi del Libano. Una vasta area che faccia da cuscinetto fra Israele, Libano e Palestina, come deterrente delle tensioni fra Paesi potenzialmente belligeranti. “Mediterre ha una qualità straordinaria -ha sottolineato Silvia Godelli assessore regionale al Mediterraneo- perché quando parliamo di ambiente, parliamo di agricoltura, parliamo dei nostri popoli. Il mar Mediterraneo è il bacino che da migliaia di anni accoglie civiltà antiche e moderne. Questa Fiera dei Parchi del Mediterraneo è un' iniziativa così ricca di idee, di creatività, di desideri e anche di speranza. Noi abbiamo voluto collocare nel suo contesto questo segmento sullo sviluppo rurale, in particolare nel Medio-Oriente, perché lì pensiamo che si giocherà un pezzo del nostro futuro, per la nostra agricoltura e un Parco della Pace – ha concluso l'assessore Godelli- è un meraviglioso primo passo”. I convegni a Mediterre La giornata dei dibattiti a “Mediterre” 2006, quarta edizione dei Parchi del Mediterraneo, ieri è stata aperta dal convegno su “Le piante mediterranee nelle scelte strategiche per l'agricoltura e l'ambiente”. Il vice presidente della Regione Puglia, Sandro Frisullo, ha aperto il dibattito a più voci a cui sono intervenuti relatori e ricercatori nazionali e internazionali. Un convegno nazionale, giunto alla sua terza edizione, che ha voluto delineare l'attuale ed il potenziale ruolo delle piante mediterranee, nelle scelte strategiche per l'agricoltura e l'ambiente nell'ambito delle produzioni alimentari, dei prodotti per la salute, delle biomasse ad uso energetico, della valorizzazione di specie autoctone trascurate, del florovivaismo e per la progettazione delle aree verdi, del recupero ambientale e paesaggistico, della forestazione e delle aree protette. Uscire dall'emergenza rifiuti in Puglia si può, questa l'assicurazione scaturita dal convegno sulla “Strategia della Regione Puglia per uscire dall'emergenza rifiuti”. A questo fine la regione ha coinvoltoli CONAI, Consorzio per il recupero imballaggi, che ha approntato un progetto straordinario di intervento per la raccolta differenziata urbana degli imballaggi, finalizzata al recupero e riciclo, in oltre 70 bacini localizzati nelle regioni del centro-sud. Si è proceduto, dunque, alla sigla della Convenzione CONAI- Regione Puglia, per un progetto straordinario con l'obiettivo di raggiungere, entro il 2008, il livello di raccolta differenziata degli imballaggi, in linea con la media nazionale. Nel convegno su “ la Puglia e il Mediterraneo: culture, sviluppo, cooperazione è stato ricordato che nel 2030 la popolazione che vive sulle coste del Mediterraneo risulterà raddoppiata rispetto ai 160milioni attuali, mentre la parte sud delle coste ospiteranno più di 250 milioni di abitanti. E quindi una serie di problematiche relative a questa crescita demografica per lo più giovane provocherà la ricerca di motivi utili per potersi sviluppare in termini sociali ed economici. “Considerato che tutte queste popolazioni vivono di agricoltura- ha ricordato Cosimo Lacirignola, direttore CIHEAM-IAMB – vivono nel mondo rurale, è necessario partire dall'agricoltura per poter sviluppare quelle competenze professionali che consentano loro di rimanere sul territorio e non migrare verso il Centro-Europa o in altre parti del Continente per soddisfare le esigenze della loro vita. La tutela del patrimonio degli ulivi monumentali è una problematica che accomuna regioni italiane come la Puglia, la Calabria, la Basilicata, ad altre zone dei Paesi del Mediterraneo. L'impoverimento progressivo dell'ambiente e,quindi, del paesaggio, attraverso il fenomeno dell'espianto delle piante mediterranee costituiscono scenari comuni in quest'area. Questo il tema al centro del seminario “Il Mediterraneo ha radici di ulivo”, organizzato dall'assessorato regionale all'Ecologia in collaborazione con il FAI nell'ambito di “Mediterre”, Fiera dei Parchi del Mediterraneo.” Il FAI è e in linea con quelle che sono le scelte politiche dell'attuale Assessorato regionale all'Ecologia in materia ambientale. -afferma Martino Bonomo, presidente regionale FAI- Il cammino, dunque, intrapreso verso la tutela e la valorizzazione non solo degli Ulivi secolari, ma della bellezza della nostra terra sarà di sicuro più facile rispetto al passato.” All'incontro era presente anche l'assessore regionale all'Ecologia, Michele Losappio, che ha sottolineato l'importanza di un “lavoro di sinergia non scritta, di un cammino intrapreso nella stessa direzione, fra le diverse espressioni della società ed il mondo politico-istituzionale. Infatti, la Legge, per la “Tutela e valorizzazione del paesaggio degli ulivi monumentali della Puglia”, che presto approderà in Consigli regionale, è il frutto di un lungo e laborioso lavoro di concertazione con i referenti del mondo agricolo e ambientalista”. Le esperienze di certificazione ambientale, le iniziative a sostegno degli acquisti del verde per la pubblica amministrazione e il nuovo anno formativo della Scuola Emas Ecolabel Puglia, sono stati gli argomenti affrontati nel seminario sulla qualità formativa e ambientale. L'evento è stato curato dalla Scuola Emas Ecolabel dell'Assessorato all'Ecologia, istituita in partnenariato con Arpa-Puglia, Confindustria regionale e Aforis. Il seminario si è concluso con l'intervento dell'Assessore Michele Losappio, cha ha definito le esperienze pugliesi “risultati utili per un territorio che vuole fare dello sviluppo, e in particolare della valorizzazione e fruizione sostenibile delle sue risorse naturali, storiche e culturali, la leva per un cambiamento epocale di mentalità e di governo.” Mediterre non solo convegni e concerti ma anche tanti stand e tante curiosità Fra le innumerevoli aree protette e Parchi nazionali, l'area protetta marina in Campania di Punta Campanella ha ben pensato di creare un gioco da tavola simile al famoso risiko, per coinvolgere soprattutto i più piccoli e iniziarli all'educazione ambientale e alla cultura delle aree protette. Nello stand della Regione Puglia, l'educazione all'ambiente e alla storia della nostra regione si è espresso, attraverso il gioco creando una vera e propria ludoteca itinerante. Infatti sono state riprodotte alcune tappe del percorso che seguì Ulisse nel suo epico ritorno ad Itaca. Scopo del gioco dislocato in un labirinto di più stanze è sottolineare le bellezze della macchia mediterranea che hanno accompagnato l'eroe nel suo viaggio. Personaggi omerici come la Sirena, la maga Circe e lo stesso Ulisse sono i protagonisti omerici di attività ludiche volte alla spiegazione di particolarità della fauna e della flora locale e della loro storia nel corso dei secoli. Anche l'Amministrazione della Provincia di Bari, con gli assessorati Parchi e Acque, all'Ambiente, alla Protezione Civile, alla Cultura ha organizzato un'area verde educazionale, che rappresenta due spicchi di ambienti peculiari del territorio provinciale: le dune costiere e l'espressione murgiana della macchia mediterranea. Questa rappresentazione di parco, come laboratorio didattico all'aria aperta, si rivolge principalmente agli studenti ed ai cittadini più giovani. Percorsi di apprendimento, rappresentazioni mimico-gestuali, musiche e letture ecologiche sono le attività proposte per comunicare l'amore e il rispetto per la natura. Nell'area degli aeroporti di Puglia, Hanno sostato due falchi, addestrati per cacciare altri volatili che sorvolassero le aree dei quattro aereoporti pugliesi.”Solitamente gli uccelli vengono allontanati dalle rotte aeree mediante ultrasuoni che alle volte si rivelano mortali e controproducenti– come spiega il personale nello stand- invece mediante l'utilizzo di rapaci si consente di tenere l'area sgombra da colombi e gabbiani e da tutti gli uccelli in genere, particolarmente dannosi per il decollo e atterraggio degli aerei”. Invece negli stand dell' A.I.A.B., associazione che certifica i prodotti biologici dove una degustazione di miele biologico, accompagnata dall'apicoltore produttore non solo permetterà di assaporare la bontà del prodotto ma anche di conoscere le fasi della sua produzione. Caciocavallo stagionato mediante acidificazione biologica accompagnato con dell' ottimo vincotto di ciliegio sono un altro assaggio irresistibile da non perdere, nello stesso stand. In ultimo (si fa per dire) per tutte le signore nello stand dell'Unione degli Agricoltori sono presenti campioncini di creme di vario genere shampoo e saponi a base di olio di oliva e mandorla. Ed ancora tutti gli altri stand di Parchi, Aree protette, aziende di settore del riciclaggio o che utilizzano le energie rinnovabili e associazioni che offrono gadgets, informazioni, depliants e una cortese disponibilità.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet