Recupero Password
Volley. La Pegaso Molfetta torna a lavorare in Emilia Romagna Seconda giornata del Torneo d'Estate ANSPI a Bellaria
30 agosto 2009

MOLFETTA - Dopo una prima giornata positiva anche se contrassegnata da alti e bassi, il secondo atto del Torneo d'Estate in quel di Bellaria continua sulla stessa falsariga per le quattro formazioni di marca Pegaso impegnate della manifestazione a carattere nazionale dell'ANSPI. La mattinata di sabato regala già le prime emozioni ed i primi verdetti nella categoria Aspiranti, nella quale la compagine pegasina vanta ben due squadre. Il primo incontro della giornata è stato il vero e proprio pass per una delle due compagini più giovani per la finalissima. 2-1 in rimonta contro il Reda Faenza con una grande prova delle promettenti atlete, tra cui in grande spolvero Viki De Candia. Nel pomeriggio poi è stato di nuovo tempo di derby tra entrambe le formazioni Aspiranti già incontratesi all'esordio. La partita è stata ben più avvincente ed aperta del previsto e del match disputato ieri tra le compagini sorelle. A spuntarla è stata ancora una volta la squadra “B” allenata da Leonardo Trombetta, ma quanta fatica per annientare le velleità delle giovanissime atlete seguite dall'allenatrice Annalisa Pappagallo. Il 2-0 finale è comunque arrivato solo al termine di una gara in bilico sino all'ultimo nella quale le ragazze della squadra “A” hanno dato diverso filo da torcere alle compagne di società. Bene hanno figurato Eliana Tattoli e Claudia Ceci, rispettivamente classe 1996 e addirittura 1999. Per queste ultime e per le loro compagne l'avventura romagnola termina qui, mentre per le giovani pallavoliste di mister Trombetta domani sarà il giorno della gran finale ancora contro il Reda, vera e propria bestia nera per la Pegaso nelle ultime partecipazioni all'evento targato ANSPI. Sempre in mattinata a scendere in campo sono state poi le atlete inserite nella categoria Speranza allenate da Leonardo De Candia le quali hanno affrontato la formazione della Cattedrale di Bari, altra rappresentava pugliese nella prorpia categoria. Tutto facile contro le modeste cugine baresi che così sono state battute 2-0 senza grandissimi affanni. Diverso il film della gara pomeridiana contro un'altra delle società dilettantistiche presenti alla manifestazione. Si tratta dell'Agerola, compagine campana incontrata anche nelle passate edizioni. La Pegaso ha disputato una grande partita e soprattutto un grande secondo set ma a nulla è valso. Gli arbitri piuttosto e forse fin troppo da oratorio hanno scaldato la gara proprio nel momento migliore delle pugliesi. Errori grossolani dei due direttori di gara e l'aria sempre più bollente nel palasport hanno fatto in modo che la prima vittoria nella manifestazione della squadra del tecnico De Candia non sia giunta neanche oggi. Eppure qualcosa in più rispetto alle due precedenti partite si è visto ma tutti gli sforzi molfettesi sono stati quindi vanificati. Lo stesso allenatore pegasino non le ha mandate a dire e si è anche beccato un cartellino giallo per le concitate proteste. Domani si torna in campo e l'auspicio è che la classifica si possa muovere ma soprattutto che venga prestata maggiore attenzione da parte degli arbitri. Infine l'ultima formazione a scendere in campo è stata quella allenata da Giacinto De Trizio, ovvero quella inserita nella categoria Primavera. Contro il Sant Arcangelo non è andata per niente come sperato ed alla fine le molfettesi hanno dovuto capitolare, arrendendosi ed uscendo dal campo sconfitte per 2-0. Qualche distrazione di troppo e forse un po' di stanchezza di alcune giocatrici stakanoviste ed iper utilizzate sono la causa della debacle, ma già domani ci sarà la possibilità di rifarsi. Per ora ad ogni modo dall'Emilia Romagna stanno giungendo diversi responsi positivi circa la crescita di alcune giocatrici che stanno sfruttando molto bene la possibilità di confrontarsi con realtà di volley diverse dalle solite. Un particola non da poco o da tutti nonostante tutto.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet