Recupero Password
VOLLEY. Asdam Pegaso Molfetta: si programma già il futuro La formazione under 14 seconda classificata nel torneo regionale
13 maggio 2009

MOLFETTA - Con un bel 3-0 ai danni della Cardo Volley Barletta termina l'altalenante stagione dell'ASDAM Pegaso nel campionato di Prima Divisione femminile. Un torneo che ha visto la squadra molfettese addirittura a ridosso delle primissime posizioni per una sua fase e che ora si è concluso con un comunque positivo sesto posto dal quale ripartire. “La gara di sabato scorso- ha confermato l'allenatore del sodalizio pegasino Leonardo De Candia- ha riaffermato quanto di buono questa squadra sa fare. È stata una partita mai in discussione e nella quale abbiamo messo in mostra un bel gioco. Ora, a conti fatti, dobbiamo ripartire da questo sesto posto finale per ottenere una piazza più prestigiosa nel prossimo campionato. Credo che quanto ottenuto sia solo un 85% di quello che in realtà è nelle potenzialità delle ragazze. Dobbiamo lavorare sodo e sempre meglio in estate per recuperare anche quel 15% che ci è mancato per arrivare a traguardi ben diversi e più prestigiosi”. Con 54 punti all'attivo, la Pegaso rientra comunque nel gruppone di testa che ha comandato il campionato, vinto da quella che più volte il tecnico molfettese aveva indicato come la compagine più forte, ossia l'Accademia dello Sport di Trani. Per ora comunque, dopo un piccolo periodo di meritato riposo, si pensa solo a programmare e pianificare una prossima stagione da non fallire meramente come questa. “Torneremo ad allenarci al più presto- ha concluso mister De Candia- in quanto sappiamo che solo continuando a lavorare seriamente potremo fare meglio di questa annata”. Archiviato oltre al campionato di Prima Divisione bilanci positivi si fanno anche per quel che riguarda il promettente settore giovanile pegasino, in particolar modo con un occhio di riguardo alla formazione under 14 che domenica ha chiuso al secondo gradino del podio la sua avventura nel torneo regionale di categoria. Dopo la vittoria al PalaPoli nel triangolare con San Severo e Cisternino, la truppa agli ordini di Giacinto De Trizio ha capitolato solo nella finalissima di Valenzano contro la squadra di casa, già incontrata proprio nella finale provinciale. Nel primo turno l'accesso all'atto finale nella cittadina barese è arrivato grazie ad un doppio 2-0 rifilato alle vincenti dei gironi provinciali di Foggia e Brindisi. “Nel triangolare del PalaPoli- ha affermato proprio il fortunato tecnico pegasino- non abbiamo avuto grandi difficoltà a dirla tutta. Poi le ragazze erano concentrate e motivate al punto giusto che i due risultati favorevoli sono giunti senza grossi affanni. A Valenzano invece c'è stata una partita decisamente più combattuta e che ha visto vincere la squadra più esperta”. Il 2-1 finale parla da sé, raccontando di una gara aperta e sempre in bilico. “Loro hanno giocato una partita di ottimo livello- ha confermato sempre mister De Trizio- ma noi non siamo stati affatto da meno. Rimane tanta amarezza per la mancata vittoria, in quanto dopo essere giunti sino a quel punto a crederci eravamo un po' tutti. Mi dispiace non essere arrivati sul gradino del podio, ma penso che avremo modo certamente di rifarci”. Proprio a Valenzano adesso sono attese le due promettenti atlete della Pegaso Cristina Silvestri e Caterina Mezzina, convocate ufficialmente nella rappresentativa provinciale di domenica prossima. In chiusura del suo intervento, non mancano i ringraziamenti da parte del tecnico Giacinto De Trizio. “Naturalmente un grazie particolare va a tutte le ragazze che hanno reso possibile il raggiungimento di un secondo posto niente male, a coronamento di una stagione non affatto da buttare se si considerano anche i secondi posti ottenuti nel torneo provinciale ed a quello di Bellaria. Inoltre un grazie enorme va ai tanti genitori che ogni settimana hanno vestito i panni di ultras e ci hanno accompagnato nelle varie partite interne ed esterne. Infine devo anche ringraziare la società e tutto lo staff dell'ASDAM Pegaso che si è sempre dimostrato preparato e disponibile a rendere migliore giorno dopo giorno il mio lavoro”. Sulla gara di Valenzano però c'è anche qualche strascico di polemica. Non le manda a dire infatti il direttore tecnico dell'ASDAM Pegaso Vincenzo Pappagallo, per nulla contento sulla scelta del luogo nel quale si è svolta la finale. Infatti, le dimensioni del parquet di Valenzano sono maggiori rispetto a quelle sul quale sono abituate a giocare le atlete molfettesi. Un particolare non da poco che ha lasciato perplesso il dt pegasino. “Sono davvero amareggiato per tale questione- ha confermato Pappagallo- in quanto con la squadra a nostra disposizione avremmo potuto benissimo fare nostra anche questa finale. Non abbiamo potuto esprimerci al massimo e chi se ne intende di pallavolo sa che quello del campo non è un dettaglio trascurabile. Il problema è che purtroppo noi dell'ASDAM Pegaso siamo costretti ad arrangiarci con strutture più piccole e “quasi” regolamentari”. Uno sfogo non da poco che comunque non mette in disparte l'importante traguardo raggiunto. “Se siamo giunti per l'ennesima volta a giocarcela nelle gare finali di un torneo giovanile, vorrà certamente dire che sappiamo come lavorare con le ragazze giovani e che amano la pallavolo. Di anno in anno otteniamo piazzamenti davvero gratificanti dal settore giovanile, che è il nostro fiore all'occhiello, perchè cerchiamo sempre di coniugare la formazione sportiva a quella educativa. Questo è il nostro obiettivo e punto di forza. Abbiamo uno staff tecnico all'altezza di questo importante compito e perciò non posso fare altro che ringraziarli tutti per quanto fatto anche in questa annata per la Pegaso”. Un primo bilancio quindi, di dirigenza e tecnici, promuove anche quest'anno il lavoro di casa Pegaso, non ancora finito qui e sempre voglioso di migliorarsi.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet