Recupero Password
Viniadi 2004, un pugliese al quarto posto nella semifinale
12 settembre 2004

SIENA - 12.9.2004 Sono 8 i primi finalisti delle “Viniadi” 2004, il Campionato Italiano Degustatori non Professionisti organizzato da Ente Vini - Enoteca Italiana (Siena) e dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, nell'ambito di “Vino e giovani - Per Bacco, Ragazzi!”, la campagna nazionale rivolta ai giovani tra 18-30 anni per sensibilizzarli ad un consumo corretto e moderato del vino. I “campioni”, vincitori della prima semifinale (centro sud) svoltasi a Solopaca (Benevento) nell'ambito della Festa dell'Uva provengono da 6 regioni, hanno tra 25 e 39 anni di età e potranno gareggiare per la conquista dei premi finali: filari di vite in usufrutto per 3 anni, vacanze enologiche in aziende di pregio e ricchi set di bottiglie. Il più bravo (13 punti su 15) è stato Alessandro Sudano, 25 anni, di Ardea (Roma), impiegato presso una multinazionale. Secondo classificato (10 punti) è risultato un marchigiano, Fausto Stortoni, 39 anni, pasticcere di Comunanza (Ascoli Piceno). Terzo in graduatoria, invece, Giuseppe Cutillo, 31 anni, finanziere di Telese (Benevento) che abita in Molise dove ha partecipato alla selezione regionale. Al quarto posto è poi giunto Luca D'Aloja, 30 anni, di Capurso (Bari), laureato in filosofia, seguito da Francesco Costanzo, 29 anni, siciliano, imprenditore agricolo di Catania. Gli ultimi finalisti hanno passato il turno al termine di un estenuante spareggio: dopo otto risposte esatte a testa sono stati “promossi” tutti e tre. Si tratta di Giuseppe Butera, 32 anni, romano, attore di prosa e speaker radiofonico, Paolo De Martino, 38 anni, di Napoli, imprenditore informatico e di Riccardo Feliciani, 34 anni, di Roma, ingegnere elettronico. Gli otto finalisti hanno prevalso su 23 concorrenti (8 donne) provenienti da 11 regioni (Sicilia, Umbria, Campania, Lazio, Marche, Sardegna, Abruzzo, Molise, Basilicata, Puglia, Calabria), al termine di una gara che prevedeva degustazioni “bendate” di sei vini e un test a risposte multiple di cultura enologica generale che si è svolta presso i locali della Cantina Sociale del Vino Solopaca, territorio emergente della enologia campana e nazionale. I vincitori hanno dovuto riconoscere all'assaggio i monovitigni di primi tre vini (Albana di Romagna secco; Traminer aromatico; Barbera) in bottiglie nascoste dentro sacchetti neri e poi segnalare in ordine cronologico le annate di altri tre nettari dello stesso prodotto (Chianti Classico Superiore Antinori 1996 - 1998 - 2000), anch'essi “bendati” per impedire che fosse possibile riconoscere forme ed etichette. Inoltre i concorrenti hanno dovuto affrontare un questionario di cultura enologica generale (4 domande). A sorvegliare il regolare svolgimento della gara ed a proclamare i vincitori della semifinale di Solopaca è stata una giuria presieduta da Flavio Tattarini, presidente di Ente Vini - Enoteca Italiana, affiancato dal sindaco di Solopaca …., da Clemente Colella, presidente Cantina Sociale Solopaca, e dai giornalisti Andrea Cuomo (Il Giornale), Camilla Nata (Sky Tv), Francesco Votano (Tg 1), Joletta Manganiello (Il Corriere del Mezzogiorno). Ai 7 campioni di Solopaca, già ammessi alla finale delle “Viniadi” 2004 in programma sabato 16 ottobre a Udine, si aggiungeranno i vincitori della seconda semifinale (70 concorrenti selezionati nelle regioni del centro nord) prevista invece sabato 25 settembre ad Asti nel corso di “Dulcis”, manifestazione dedicata ai prodotti tipi e ai vini dolci dell'Astesano. In palio per questo 2° Campionato Italiano Degustatori non Professionisti ci sono 4 filari di vite (dedica e usufrutto per 3 anni), 4 wine experience (3, 5, 7 giorni) in aziende di pregio durante il periodo di vendemmia, per partecipare alla raccolta e alla trasformazione delle uve in vino, ed infine ricchi premi in vino (da 42 a 120 bottiglie), offerti da Enoteca Italiana. Il regolamento delle “Viniadi 2004” (la passata edizione ha laureato 7 vincitori: il campione assoluto 2003 si chiama Alberto Rovati, 36 anni, bancario di Broni, in provincia di Pavia), stabilisce che verranno premiati i primi tre classificati assoluti ed inoltre il miglior classificato delle 3 sezioni speciali: junior (18-25), senior (26-40) e hors d'age (over 40 e senza limiti di età, che però non gareggiano per il titolo di campione assoluto), mentre un premio speciale andrà anche al più giovane classificato nella finale nazionale (tra i non premiati). Michele Sarcinelli
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet