Recupero Password
Unione Consumatori Molfetta: attenzione alla qualità delle uova di Pasqua
09 aprile 2009

MOLFETTA - “Quando si acquista l'uovo di Pasqua bisogna fare particolare attenzione alla qualità del cioccolato”. E' quanto ricorda l'Unione Nazionale Consumatori, in vista delle prossime festività pasquali. “Le nuove regole dell'etichettatura entrate in vigore nel 2003 -prosegue la nota dell'Associazione- hanno stabilito che il cioccolato non presenti sostanze adulterate e nocive e che l'etichetta apposta sia indice della genuinità del prodotto”. “In particolare -afferma l'Unione Consumatori- la dizione 'cioccolato puro' è riservata a quello non contenente oli tropicali o altri grassi vegetali. Inoltre, il cioccolato contenente oli tropicali o grassi vegetali diversi dal burro di cacao deve riportare obbligatoriamente la dicitura 'contiene altri grassi vegetali oltre al burro di cacao', ben visibile e chiaramente leggibile”. “Se poi nella denominazione vengono usati aggettivi che danno al consumatore un'idea di maggiore qualità -prosegue l'Unione - le caratteristiche devono essere migliori: ad esempio, il cioccolato 'finissimo' o 'superiore' deve avere almeno il 43% di cacao, anziché il 35%. Al contrario, se nell'elenco degli ingredienti è dichiarato 'cioccolato comune', la qualità è più scadente poiché il cacao è il 25% e l'uovo deve costare di meno”. “Infine -conclude la nota dell'Associazione- c'è il cioccolato al latte, con il quale può essere anche fatto l'uovo di Pasqua: questo deve contenere almeno il 25% di cacao e il 14% di latte, anche in aggiunta con la panna”.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Una Pasqua di "attenzioni".................. E ritornano alla mente ricordi mai sbiaditi, profumi di cannella e vaniglia, dolci da sfornare, biscotti colorati, uova da dipingere, vento primaverile tra le tende bianche, abiti freschi e leggeri e quella lunga veglia in chiesa, seduta accanto alla nonna, la sua nenia, l'eco di quelle voci, voci di mille donne.....nella penombra dell'attesa che udivo come in sogno tentando di sdraiarmi su quella amena panca....si tentavo invano.... la mano della nonna era pronta a rimettermi seduta, la sua mano così perentoria per una bambina che nella notte partecipava inconsapevolmente ai riti pasquali...severo il suo sguardo come a voler dare senso e testimonianza del mistero della Pasqua....ero una bambina.....tra le mie trecce le preghiere di quella notte scivolavano incomprensibili...una notte così diversa dal Natale, una notte di preghiere, le sue e quelle delle tante altre donne inginocchiate nei loro abiti neri...guardavo i granelli del rosario scivolare tra le dita della nonna tra una preghiera e l'altra, e aspettavo assonnata...aspettavo che le luci illuminassero la chiesa, che le campane suonassero a festa...che il suo viso si rasserenasse....aspettavo di rientrare in casa per addormentarmi tra i profumi di cannella e vaniglia. Il mattino dopo la mia Pasqua era tra mille briciole di biscotti fragranti da regalare ai pulcini che correvano nell'aia...il loro allegro pigolio era per me il gioco più bello.......... - BUONA PASQUA A TUTTI -
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet