Recupero Password
Tanti in corsa per un posto alla Regione
15 febbraio 2005

Siamo a metà febbraio e per ora Guglielmo Minervini (la Margherita) per il centrosinistra, Francesco Visaggio (Nuovo Psi) e Carmela Minuto (Udc) per il centrodestra, sono i candidati molfettesi alle elezioni regionali di aprile. Elezioni che si svolgeranno con delle novità rispetto a cinque anni fa. Le circoscrizioni provinciali passano da 5 a 6 in relazione alla futura 6ª provincia. Il Consiglio regionale passerà da 60 a 70 componenti, 56 eletti su base proporzionale e 14 (compreso il Presidente) con il premio di maggioranza. Dalla circoscrizione di Bari usciranno 21 consiglieri (17 + 4 del premio di maggioranza). Tutte novità che il consiglio uscente ha varato negli ultimi giorni del mandato, dopo un braccio di ferro protrattosi per qualche mese, per la pretesa di “Alleanza Nazionale” di inserire una quota di sbarramento. Tale eventualità avrebbe pregiudicato la partecipazione di piccoli partiti e liste “fai da te” e, quindi, bloccato le strategie dei partiti e aspiranti candidati. Ma torniamo ai nostri. Per la prima volta Guglielmo Minervini si presenta non come espressione di una coalizione, ma sotto l'insegna di un partito, “la Margherita”. L'ex sindaco cercherà di utilizzare il proprio carisma per raccogliere un consenso che vada oltre la sigla di partito. Una necessità non solo contabile ma anche politica, perché per storia personale e per il sistema di valori di riferimento, Guglielmo Minervini si sarebbe trovato a suo agio in una lista “Uniti nell'Ulivo” come quella delle recenti europee. Non sarà facile, perché nella logica proporzionale ogni partito cercherà di contarsi al massimo. Sul versante opposto Francesco Visaggio cercherà ancora una volta di uscire dal proprio recinto locale. Cinque anni fa si presentò senza fortuna con il centrosinistra nella lista “Rinnovamento Italiano”, questa sta nel centrodestra, all'ombra del “Nuovo Psi”. Visaggio punterà tutto sulla capacità del suo gruppo di raccogliere consenso esclusivamente molfettese, nella speranza di scoprirsi il più suffragato della lista e accedere alla Regione, sempre che il partito riesca a conquistare almeno un seggio. Carmela Minuto dell'Udc, invece, sarà l'unico candidato espressione della Casa delle Libertà, poiché sia “Forza Italia” sia “Alleanza Nazionale” si muoveranno per candidati d'importazione. In particolare nella lista di An saranno presenti Nino Marmo e Sergio Silvestris, che correranno anche nella circoscrizione della futura 6 ª provincia. Accanto a questi nomi sicuri, fino agli inizi di marzo potrebbero spuntare altri candidati. Si dà per certa la candidatura di un molfettese di Rifondazione Comunista, ma non si conosce ancora il nome (si parla di Cataldo o Porta), mentre corre voce che un esponente del movimento “il Laboratorio”, De Robertis o De Sario, potrebbe correre in una lista di centrosinistra, forse Autonomisti Socialisti. Non è escluso che anche i Ds propongano un loro uomo. Sull'altro fronte si presterà Enzo de Cosmo, già sindaco e parlamentare, sempre pronto a fare la parte di padre nobile di qualsiasi lista dal sapore retrò-democristiano, nella lista del presidente uscente Raffaele Fitto. Insomma, è frenetica l'attività dei partiti e lo sarà fino all'8 marzo, data ultima per la presentazione delle liste. Francesco del Rosso francesco.delrosso@quindici-molfetta.it
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet