Recupero Password
Riunione a Cerignola del Consiglio generale dei Pugliesi nel mondo Ha aperto i lavori il presidente Nichi Vendola
16 giugno 2006

CERIGNOLA - I 58 Consiglieri Pugliesi eletti nei cinque continenti, Australia, America del Sud, America del Nord, Africa ed Europa (nella foto) si sono incontrati nella sala consiliare del Comune di Cerignola per proporre le strategie basate sull'assistenza, la cultura, le comunicazioni, le aziende relazionate con il co-sviluppo dei territori di appartenenza. Ne dà notizia L'Associazione Pugliese di La Plata. Aprendo i lavori, il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, ha manifestato l'importanza di questa seconda tappa del Consiglio Generale dei Pugliesi nel Mondo: “In Puglia suona la sveglia… La Puglia è al centro del mare ed ha cominciato a respirare, non siamo nella camera iperbarica. Possiamo coordinare le iniziative mondiali con la coordinazione di strategie locali (Unitarie), approfondire la nostra identità per costituire un percorso ordinato. I consiglieri sono i nostri veri ambasciatori che contruibuiranno allo sviluppo di un nuovo marketing territoriale continentale”. Vendola ha poi indicato i vari punti su cui si concentrerà l'iniziativa per lo sviluppo nei prossimi anni a venire: 1 - Assistenza Sanitaria per i più bisognosi in condizione di mancanza di protezione assistenziale attraverso un fondo speciale. 2 - Assistenza per i pugliesi che desiderino tornare ad integrarsi in Puglia. 3 - Apprendimento della lingua Italiana. Borse di studio e master in temi specifici che si rapportino con il territorio. 4 - Scambi e ricerche tra le scuole, università ed aziende. 5 – Approfondimento delle iniziative della comunicazione attraverso siti web e video conferenze intercontinentali e locali. 6 - La presenza della casa Puglia all'estero. 7 - La creazione della Fondazione Puglia. 8 - La costituzione della sede propria di Bruxelles come punto della rete di rapporti dell'Europa che si relazioni con il mondo. 9 - Approfondire e sviluppare le strategie per l'internazionalizzazione del sistema Puglia nel mondo. Il presidente della Regione ha concluso: “trasferire la nostra identità locale per ottenere una identità continentale”. L'incontro ha avuto una grande partecipazione in proposte e dibattiti dei Consiglieri dell'Europa, Stati Uniti, Italia, Australia, Argentina, Brasile, Uruguay, Svizzera, Germania, Canada, Francia e Sudafrica, consolidando l'impegno da parte di tutti per la crescita della Puglia nella società globalizzata. Al termine dei lavori è stato eletto il Comitato di Presidenza del Consiglio Generale dei Pugliesi nel Mondo: Antonio Calaprice (Svizzera), Vito Lazzaro (America del Sud-Venezuela), Rodolfo Domenico (Italia-Puglia), Rosa Maria Manzini (EE.UU.), Pat Capriati (EE.UU.), Joe Caputo (Australia-Melbourne), Rosa Russo (Svizzera) e Giovanni Mariella (Italia-Puglia). Sono state costituite inoltre le commissioni di: - Internazionalizzazione del Sistema Puglia, responsabili: Giovanni Rapana e Nicolas Moretti - Integrazione Statuto e Leggi Regionali, responsabile: Silvana Mangione - Lingua-Cultura e informazione. Coordinatori: Cecilia Fortunato, Peppino Abbati e Cosimo Carrozzo. - Solidarietà e assistenza anziani. Coordinatore: Giuseppe Tiaggio. - Giovani e Associazionismo. Coordinatori Anthony Pecere e Matteo Iacovelli. Il gruppo è stato ricevuto dal presidente del Consiglio Regionale Pietro Pepe, il quale ha dato il benvenuto e ha manifestato l'importanza di lavorare insieme e di approfondire l'impegno cittadino con i pugliesi all'estero, dato che sono una vera risorsa per la nostra terra. In chiusura Elena Gentile, assessore alla Solidarietà e Politiche Migratorie ha messo in evidenza “quanto sia importante che il Consiglio Generale dei Pugliesi del Mondo (C.G.P.M.) sia uno degli enti di garanzia presso il Consiglio Regionale della Puglia (Art. 50 della Costituzione Regionale). Questo segna l'accettazione e il riconoscimento della Regione Puglia verso i cittadini pugliesi all'estero attraverso i loro rappresentanti, essendo una vera risorsa cittadina all'estero. Quest'incontro sta segnando un nuovo processo di integrazione territoriale mondiale, una nuova canalizzazione, un processo nuovo nel co-sviluppo sostenibile intercontinentale” - ha concluso dopo aver analizzato in profondità i dibattiti e le proposte realizzate durante le due giornate di intenso lavoro in cooperazione. Alla fine è stato consegnato un manifesto che rappresenta il lavoro realizzato, con il messaggio “Costruiamo insieme un ponte bioceanico territoriale” e a fianco la frase “Cooperare per Crescere” mentre l'immagine di un globo terrestre è circondata da un ponte fatto tra tutti.
Autore: Domenico Sarrocco
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet