Recupero Password
Rifondazione: cosa ha fatto per Molfetta il centrosinistra alla Provincia e cosa non ha fatto Azzollini
04 giugno 2009

MOLFETTA - Rifondazione comunista mette le carte in tavola e mostra ciò che hanno fatto per Molfetta la sinistra e i comunisti al governo della Provincia di Bari duidato da Vincenzo Divella (e cosa non hanno fatto in questi anni Azzollini e la destra per Molfetta) «Al di là delle volgarità gratuite da manifesto, degli inviti a mangiar gelati con (dis)interessata beneficenza, degli ipocriti inviti ai giovani a non (s)vendere il proprio voto – dice Rifondazione -, confidiamo che i cittadini siano sempre più interessati a fare qualche confronto in questa campagna elettorale tra le iniziative intraprese dalla Provincia e le lacune dell'Amministrazione comunale. Dalla Provincia in questi anni si sono avuti Per le Scuole Superiori 9 milioni di euro Messa a norma e sicurezza, abbattimento delle barriere architettoniche, creazione di nuove aule, laboratori, 2 palestre e 1 auditorium da 200 posti. (Quali sono stati i lavori di manutenzione e costruzione di nuove strutture effettuati per le scuole elementari e medie di cui è responsabile il Comune?) Per le STRADE 3 milioni di euro Sistemazione delle strade provinciali che collegano Molfetta con Terlizzi, Bitonto, Corato e Ruvo. (Qual è lo stato delle strade cittadine di Molfetta? Oramai ribattezzata “Città dei fossi”? Quanto spendono annualmente in manutenzione degli ammortizzatori delle loro auto i cittadini molfettesi?) Per il TURISMO riapertura del PULO Dopo 20 anni la Provincia ha restituito alla comunità molfettese e non solo un gioiello dell'archeologia pugliese, una risorsa culturale e turistica che nei primi 5 mesi di gestione ha ospitato più di 4.000 visitatori. (Quando sarà riaperto il Museo Archeologico e messo a disposizione il Fondo Azzollini, entrambi di proprietà del Comune, per arricchire l'offerta turistica della città?) Per l'AMBIENTE 2,3 milioni di euro per l'IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO e progetto di riqualificazione di TORRE GAVETONE Finanziamento di Interventi di adeguamento e rimessa in esercizio dell'impianto di proprietà del Comune, finalizzato alla produzione di compost. Torre Gavetone è tra le 7 spiagge del litorale provinciale da riqualificare. Attualmente in corso le procedure di gara per l'affidamento dei lavori. (Quando termineranno i contenziosi per l'impianto di compostaggio e il Comune tornerà finalmente in possesso dell'impianto?) (Quando il Comune deciderà di riqualificare i tratti di costa a levante e ponente, valorizzando l'oasi naturale di Torre Calderina?) Per la SOCIALITA' 1,7 milioni di euro per l'Istituto “APICELLA” Dopo anni di abbandono, l'Apicella è pronta a diventare un polo per tutto il Sud, in grado di offrire risposte ai sordi grazie a un progetto tra Provincia, Asl, Università, Ente Nazionale Sordi e Istituto Alberghiero. Quando la destra risponderà a queste e ad altre domande che i cittadini pongono sulla qualità della vita a Molfetta? Quando la destra capirà che il progresso di una comunità non si misura dai metricubi di cemento ma dal rispetto delle regole e dalla cura paziente dell'ambiente e del territorio?».
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
CLICCA BLOG DITE LA VOSTRA: LETTERA AL DIRETTORE, DISSETATEVI DI LIBERTA'!!! La deriva è davanti ai nostri occhi: 30 anni di TV berlusconiana hanno partorito finalmente il mostro. Un pubblico addomesticato, che si rispecchia fedelmente nella personalità del suo messia. Ha i suoi stessi vizi, simili aspirazioni nei confronti di soldi, potere e sesso, aspirazioni che rimarranno solo sulla carta, per i comuni mortali. Tutto il fumo che è stato buttato negli occhi degli italiani sta facendo il suo effetto, ormai il premier e la sua sudicia cricca si comportano in modo aggressivo e vergognoso alla luce del sole, senza aver più paura dell'opinione pubblica, anche perchè di fatto nel nostro paese non esiste. Sono altre le cose importanti, il calcio, i culi delle veline, la possibilità di acquistare un nuovo telefonino a rate, il nuovo televisore a rate, la nuova automobile a rate. E perchè d'estate non fare una capatina al Billionaire, dove una coca cola costa 50 euro? Lì trovi tutta la gente che conta, quelli che vanno all'isola dei famosi, le letteronze (ma laureate, occhio!), Corona in nudo integrale, che bello. Se poi qualcuno osa anche solo muovere alcune critiche a questo sistema che sta rendendo tutti deficienti, è sicuramente un comunista, persone che vorrebbero cancellare la proprietà privata, gente senza Dio, libertini dissoluti che addirittura vorrebbero possibili i matrimoni tra persone dello stesso sesso!!! Ma in quanti sono quelli che vogliono veramente opporsi allo scempio del nostro poco orgoglio rimasto? Siamo in pochi. Facciamo troppo poco. Sì, va bene, partecipiamo a qualche manifestazione, votiamo De magistris, andiamo ad ascoltare Beppe Grillo, con gli amici ci atteggiamo a rivoluzionari incalliti. Non abbiamo ancora fatto un cazzo. Oppure quello che stiamo facendo non basta. Che ci piaccia o no, è una guerra, e noi andiamo in giro disarmati di fronte ai nostri aguzzini.


Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet