Recupero Password
Riapre l'ufficio postale di Piazza Principe di Napoli
15 maggio 2004

Veste nuova, nuovi e più veloci servizi, sicurezza: è con queste premesse che l'ufficio postale di piazza Principe di Napoli, l'ufficio centrale della nostra città, viene restituito a Molfetta dopo sette mesi di restauro. Per l'avvenimento il direttore dell'ufficio, il dott. Cataldo Di Gennaro, ha voluto organizzare una vera e propria festa ed ha infine ringraziato oltre al personale anche tutti coloro che hanno collaborato (Polizia Postale per il servizio di vigilanza, stampa ed emittenti televisive, Circolo Filatelico molfettese, Preside della Scuola Media “San Domenico Savio” Prof.ssa Tota, che ha permesso l'esibizione degli studenti sotto la direzione dei proff. Minafra e Martinelli con l'esecuzione dell'inno alla Gioia e di quello di Mameli, al Preside dell'Istituto Alberghiero, Prof. De Pietro e ai docenti Corrado De Virgilio, Giovanni Tatoli, Bellini, Vito Caputo, Pacione per aver messo a disposizione hostess e personale di sala, oltre ad aver realizzato uno straordinario buffet). All'inaugurazione sono intervenuti il Vescovo, Mons. Luigi Martella, che ha benedetto i locali, il vicesindaco dott. Magarelli, il sen. Azzollini e l'on. Amoruso e, a rappresentare l'azienda Poste, il direttore della Rete Territoriale per Puglia, Basilicata e Molise, dott. Salvatore Malerba e il direttore della filiale di Bari, dott. Vincenzo Carrieri. Proprio il dott. Carrieri e il dott. Malerba hanno preso la parola, dopo gli auguri di rito rivolti da tutte le autorità presenti, per sottolineare come la nuova sede non è stata sottoposta a un rinnovamento solo estetico, ma anche e soprattutto si è badato alla fruibilità, alle nuove esigenze della clientela, alla sicurezza nonché ad adottare nuove tecnologie che velocizzino, facilitino e aumentino le potenzialità del servizio offerto. Gli operatori avranno un contatto più diretto con l'utenza grazie all'eliminazione dei vetri divisori e questo non comprometterà la sicurezza delle operazioni grazie alla quasi totale eliminazione del contante dai banconi, attraverso dispensatori a tempo per ogni operatore di sportello, e alla presenza di apposite telecamere per il monitoraggio dei locali: così facendo la clientela avrà di certo la sensazione di uno spazio più vivibile e meno asettico e questa sinergia operatore/cittadino è proprio la nuova grande scommessa di un'azienda che punta a conquistare una clientela che va dal piccolo risparmiatore alle piccole e medie aziende con servizi adeguati e flessibili, potendo contare su una copertura davvero capillare su tutto il territorio nazionale. Poste Italiane non ha tralasciato neppure il problema relativo alla presenza di barriere architettoniche negli uffici pubblici: nella nuova sede è stato realizzato uno sportello che, con un piano di lavoro più basso e facilmente accessibile, tiene conto delle esigenze dei disabili. (nella foto, la nuova sede con tutto il personale) In più, oltre ai tradizionali servizi e ai prodotti comunemente offerti dagli uffici di Poste Italiane, in questa sede è stato attivato lo sportello “PTbusiness”: uno sportello appositamente dedicato agli operatori economici e rivolto alle esigenze di professionisti, ditte individuali e pubblica amministrazione per fornire soluzioni sicure per le attività commerciali. Grazie a uno staff professionalmente preparato e una gamma di servizi e prodotti studiati per soddisfare qualsiasi tipo di esigenza l'azienda, con la serietà che da anni la contraddistingue, punta a consolidare la propria posizione all'interno del nuovo mercato, cercando di proporsi alla clientela sempre con la filosofia di chi deve offrire al cittadino un servizio di qualità e contemporaneamente in continua e positiva evoluzione. I volti degli operatori che comunemente eravamo abituati a trovare dietro gli sportelli non sono cambiati e, grazie alla nuova sede, saranno un tramite più vicino, più diretto e, stando alle promesse fatte, più disponibile tra noi cittadini e tutti i servizi dei quali è possibile fruire. Sarà forse più piacevole “fare la fila per pagare le bollette”? Francesca Lunanova francesca.lunanova@quindici-molfetta.it
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet