Recupero Password
REGIONANDO - Intesa vicina per il Consiglio delle Autonomie locali
18 febbraio 2006

BARI - Tutti membri elettivi (nessuno di diritto) e sistema proporzionale puro per l'elezione dei componenti del Consiglio delle autonomie locali e per l'assegnazione dei seggi, in modo tale da garantire così una rappresentatività e un pluralismo territoriale con ripartizione degli eletti su base provinciale. Questa l'intesa di massima raggiunta tra maggioranza e opposizione in VII commissione consiliare per l'istituzione del Consiglio delle autonomie locali quale “organo di rappresentanza e di partecipazione delle autonomie locali”, così come stabilito dall'art. 45 dello Statuto Regionale (tra gli artefici dell'intesa il consigliere dei Socialisti Autonomisti Vittorio Potì). Un organo consultivo e non legislativo che il Presidente del consiglio regionale potrà rendere “immediatamente operativo” e che resterà in carica la durata della legislatura.. All'ordine del giorno della commissione le tre le proposte di legge istitutive del Consiglio delle autonomie, a firma dei consiglieri del gruppo di Alleanza Nazionale, dell'Ufficio di presidenza del Consiglio e di sette consiglieri del centrosinistra e i pareri, sulle bozze legislative, dei rappresentanti degli enti locali (Anci, Upi e Aiccre). Molti i punti in comune tra le due pdl di maggioranza e opposizione. Tra le criticità invece sulle quali si è discusso in commissione e sulle quali poi si è trovato un accordo, il numero dei componenti il Consiglio e il metodo elettorale. Un gruppo ristretto di lavoro nominato dal presidente della VII commissione Giuseppe Chiarelli (Vittorio Potì, Luciano Mineo, Arcangelo Sannicandro, Roberto Ruocco e Michele Pelillo) avrà ora il compito di redigere un testo unico. Ai lavori della commissione ha partecipato anche l'assessore regionale al decentramento Gugliemo Minervini che ha evidenziato l'importanza dei lavori della commissione che “sta ragionando sull'architettura delle relazioni con gli enti locali” e ha preso atto della funzione consultiva e non concertativa che avrà il nuovo organo statutario.
Autore: Domenico Sarrocco
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet