Recupero Password
Pallavolo Molfetta pronta a ripartire
06 ottobre 2011

E’ tutto pronto per la terza giornata della serie A2 Sustenium, qui in casa molfettese. Dopo la sconfitta contro i ragazzi terribili di Marco Bonitta, come cita un comunicato, Botti e soci hanno una grande voglia di riscatto. Non che il calendario sia dalla nostra parte: la terza giornata vede calpestare il mondoflex del PalaPoli, l’attuale capolista, a quota 6, Volley Segrate 1978. Il fattore campo aiuta e non poco in circostanze simili, ed è proprio in questi momenti delicati che l’attaccamento alla maglia e la giusta disposizione mentale e fisica possono fare da padrone.   Il team allestito da mister Daniele Ricci e dal presidente Emanuela Colnago, è di assoluto livello, costruito appositamente per rendere difficili le cose a qualunque avversaria.      A partire dal regista Marco Fabroni, classe 1981. Fabroni arriva a Segrate dopo 3 stagioni consecutive in A1 (prima a Pineto, poi a Latina e infine a Modena) ed è pronto a fare sfaceli in diagonale con l’opposto Bram Van Des Dries, belga di nascita, 207 cm di potenza, che arriva in Italia nel 2009 alla corte di mister Medei, a Latina, per poi accasarsi a S.Giustino (A1).     
Le sorprese non finiscono qui, tanti sono gli assi nella manica a disposizione di Fabroni. A cominciare dalle due bande: Jacopo Botto e il ceco Kamil Barenek. Il primo, classe ’87, viene inserito in passato nella Nazionale Juniores e anche nella Nazionale Seniores B, nel collegiale guidato da Monti, e proviene direttamente da 2 sfortunate stagioni a Mantova. Il ventottenne Barenek, invece, torna in Italia quest’anno (dopo l’annata, nel 2005/06, alla Itas Diatec Trentino), con alle spalle 3 stagioni in Francia, Grecia e Argentina.     
I centrali a disposizione di Ricci sono il giovane Aimone Alletti, 207 cm di talento, al secondo anno in maglia gialloblù, e Roberto Braga, reduce dalla stagione in A1 a S. Giustino. Il libero del team è Nicola Pesaresi. Alla probabile formazione titolare, si aggiunge una panchina da fare invidia: Riccardo Pinelli palleggiatore, gli schiacciatori Mario Canzanella, Alessandro Preti e Balsa Radunovic e, dulcis in fundo, i centrali Massimiliano Russo e Riccardo Spairani. A completare l’organico l’esperto Alberto Caprotti, per lui 11 stagioni passate in A2.     
Match dall’alto valore affettivo per il centralone biancorosso Emiliano Giglioli. Il “Giglio” apparteneva alla formazione gialloblù nella passata stagione, dall’altra parte della rete gli sorrideranno ex compagni di squadra ed amici. “Più che un derby, per me sarà una gara davvero emozionante. Segrate ancora adesso rappresenta per me la prima importante esperienza in serie A, e ad essa sono legate tante emozioni, è un’annata che ricorderò con orgoglio, per la fiducia che tutti mi hanno dato. Del resto ho imparato e sono migliorato tantissimo”. E’ indubbio che ci si sta preparando al meglio per questa importante giornata. “Stiamo lavorando al meglio con Pino (Lorizio, ndr), soprattutto per non ripetere gli errori da noi compiuti contro Club Italia. A Roma abbiamo iniziato male, i nostri avversari sbagliavano poco e hanno giocato con un approccio al match decisamente più adeguato. Noi, di contro, ci siamo persi in alcuni momenti del match. L’impegno che stiamo facendo fruttare in allenamento adesso è proprio questo: migliorare l’approccio, lavorare  sui fondamentali”. Soprattutto se di fronte ci si trova un team come quello gialloblù. “Dall’altra parte del campo ritroverò amici ed ex compagni ai quali sono molto legato. Ci faremo rispettare, con le difficoltà del caso”.    
Si giocherà domenica 9 ottobre, alle ore 18. Arbitreranno la gara i signori Francesco Puletti e Marco Riccardo Zingaro.    
Ricordiamo che la Lega Pallavolo Serie A, l’8 e il 9 ottobre prossimi aderirà alla decima edizione di “Un Anthurium per l’informazione”, promossa, con l’adesione del Presidente della Repubblica, dall’Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule (A.I.D.O), che dal 1971 è impegnata a informare sulle problematiche della donazione degli organi e dei tessuti per i trapianti.  La campagna “Un Anthurium per la ricerca”, oltre ad informare il pubblico in conformità alla legge sui trapianti, contribuirà a finanziare corsi di formazione per medici, operatori sanitari e volontari, e ad istituire borse di studio per giovani medici.  Sabato 8 e domenica 9 ottobre i volontari dell’A.I.D.O. scenderanno nelle piazze italiane per offrire informazioni ai cittadini e invitare a scegliere l’Anthurium della ricerca sui trapianti.  A.I.D.O. ha scelto l’Anthurium come pianta simbolo di solidarietà, amore e speranza, valori che la donazione di un organo porta con sé. Un Anthurium per dire sì alla vita.  

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet