Recupero Password
Omaggio a Bob Dylan in piazza Amente con gli E7 Bluesdelic e Augusto Ficele
15 gennaio 2014

Grande successo per l’omaggio a Bob Dylan. L’evento, in piazza Amente a Molfetta, è stato realizzato da Francesco Regina in collaborazione con la libreria il Ghigno di Molfetta. È stato un piccolo passo per dare alla città e alle piazze una dignità, quel rispetto per l’ambiente che è stato smarrito in questi lunghi dodici anni di piombo. Ritrovare quel senso di comunità, di condivisione di arte, di musica, di poesia è una piccola vittoria per riprenderci le piazze. Il concerto è stato introdotto dall’esibizione di Mauro Massari con la sua voce e la sua amata chitarra ha riscaldato il pubblico. In seguito, sono stati presentati i testi estratti da Tarantula e interpretati dalla band E7 bluesdelic con la partecipazione di Augusto Ficele, interprete narrante, Francesco Regina, voce e armonica, Paolo de Palma, chitarra, Leo Gallo, percussioni, Elio Drago, basso, Marco Pisani, chitarra. Lo spettacolo dal titolo “Un Altro Ritratto” è un reading che presenta gli otto momenti della produzione musicale e poetica del grande Bob Dylan. Regina e la sua band hanno regalato ai concittadini un lavoro particolare e curato nel dettaglio. Il concerto è stato realizzato con l’obiettivo di interpretare il senso della parola, del verso poetico e di adattare alla lingua italiana i suoni, la musica, le rime della lingua inglese. Il merito dei giovani artisti è di aver riempito una delle piazze della nostra città, portando poesie e sentimenti di libertà, di pace, di giustizia sociale, di riscatto per una società più aperta all’uomo, all’anima, al pensiero. La produzione di Bob Dylan si sofferma sui sentimenti, sui valori della vita, sull’amore, sulla protesta alla società del consumismo e del finto perbenismo. Ogni uomo dovrebbe fermarsi sulla poltrona del tempo per riflettere, per entrare in relazione con la propria interiorità e per riscattarsi dalla società materialistica che punta al denaro. Ogni uomo dovrebbe mettersi in gioco per creare un mondo di uomini e non per gli uomini. “Tutto ruota intorno ad una crisi non solo economica ma spirituale, interiore e la poesia può aiutare a guardarsi dentro”, ha affermato Francesco Regina al termine del suo concerto. Il reading si è concluso con l’augurio che la poesia possa essere una guida e una compagna di vita per cercare quella pace e serenità d’animo che ogni uomo desidera. Nel periodo in cui la società dei disvalori e della precarietà sembra sconfiggere la dignità dell’uomo, ognuno di noi dovrebbe combattere per difendere il futuro dalle insidie dei potenti con l’arma della cultura.

Autore: Maria del Rosso
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet