Recupero Password
Nuove luci e basolati a Molfetta vecchia
10 agosto 2002

MOLFETTA – 10.8.2002 Un nuovo centro storico. Dopo la messa all'asta di decine e decine di immobili della città vecchia, nella speranza del recupero dei fabbricati ad opera dei privati, l'amministrazione comunale punta a rifare il look del più vecchio quartiere di Molfetta. Come? Luci e basolato nuovi, si comincerà da qui. Le delibere parlano di “ristrutturazione e potenziamento dell'impianto di pubblica illuminaizone”. In verità già il programma triennale delle opere pubbliche approvato dal consiglio comunale nei mesi scorsi, prevedeva per l'anno 2002 interventi di ristrutturazione a potenziamento degli impianti di illuminazione nella città. I tecnici comunali hanno redatto nel frattempo un primo progetto preliminare (importo: 167mila euro) e un secondo, definitivo, dal costo assai superiore: 458mila euro, per realizzare un “piano di illuminazione a basso impatto ambientale del centro antico”. Insomma, città vecchia più illuminata, ma anche “ambientalmente corretta”. Per questa ragione l'amministrazione ha deliberato che le opere previste dal progetto siano candidabili al programma di finanziamenti comunitari Por Puglia 2000-2006 nella misura 5.2. "Servizi per il miglioramento della qualità dell'ambiente". I nuovi impianti, infatti, saranno realizzati attingendo ai fondi comunitari per il 90% e alle casse comunali non resterà che versare un cofinanziamento pari a 50mila euro. Sarà nuova luce sul centro storico, dunque. Salvo parere sfavorevole della Soprintendenza. Ma è un altro l'intervento che forse potrebbe suscitare polemiche e perplessità in ordine alla tutela storico-architettonica del centro antico. La giunta comunale ha approvato il progetto definitivo relativo al “rifacimento delle basole nel centro storico” (1 milione e 525mila euro da finanziare al 93% con i Por). Nuove pavimentazioni, dunque. “La città vecchia – si legge nella delibera di approvazione – è da anni oggetto di recupero del patrimonio edilizio”. Per questo “all'interno vi sono numerosi cantieri aperti, dove quotidianamente avvengono operazioni di trasporto, carico e scarico di materiale” e “il transito intenso di automezzi pesanti hanno danneggiato irrimediabilmente la pavimentazione”. Rifare il basolato è perciò più che necessario. Ma è ancora fresco il ricordo di piazza Municipio, quando la rimozione delle vecchie pavimentazioni fecero gridare allo scandalo molti cittadini. Delusi del nuovo look, col rimpianto delle vecchie “chianche” di Molfetta vecchia. Adelaide Altamura
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet