Recupero Password
Nasce il Parlamento europeo dei giovani Dopo l'esperienza del viaggio-studio in Inghilterra di 80 studenti molfettesi
15 novembre 2004

“Comune - scuola: una rete per l'Europa”. E proprio con un lavoro telematico, a termine dunque dello scambio di esperienze avuto l'estate scorsa dagli 80 studenti molfettesi, recatisi a Canterbury, si concluderà il progetto promosso dal Comune di Molfetta con la collaborazione degli otto istituti superiori della città. Gli stessi studenti presenteranno, entro la fine del mese, presso la Fabbrica San Domenico, un lavoro in DVD, che esporrà, in termini visivi, il viaggio-studio in Inghilterra. Tale conclusione non significherà affatto chiusura totale del lavoro, che impegna amministrazione e studenti ormai da quasi un anno: infatti prossimamente ci sarà un importante incontro proprio fra le autorità cittadine e i suddetti istituti, che insieme firmeranno un protocollo d'intesa e di stretta collaborazione. Tale protocollo segnerà un punto di partenza per il più esteso progetto di creazione di un Parlamento Europeo dei Giovani. Potranno partecipare a tale iniziativa complessivamente sei alunni scelti in base a criteri ben precisi: infatti gli insegnanti di ciascun istituto sceglieranno due studenti, tra i sedici e i diciotto anni (esclusi gli alunni dell'ultimo anno), di cui un rappresentante d'istituto e un suo sostituto, che subentrerebbe in caso di impossibilità del primo. Tutti i rappresentanti, in un secondo momento, parteciperanno ad un sorteggio e, a seguito di questo, ne verranno scelti sei che, accompagnati da un docente supervisore, anch'egli sorteggiato, potranno prendere parte al Parlamento Europeo dei Giovani e arricchirsi di quest'altra interessante esperienza. La partenza è prevista per il 7 febbraio 2005 e l'intero viaggio durerà sei giorni, nei quali si terranno incontri, conferenze e visite guidate. Vari saranno gli argomenti da trattare e analizzare all'interno del Parlamento: si discuterà sul significato di sentirsi cittadini europei e sull'importanza di un'educazione a questo, nonché del futuro stesso dell'Europa. Il tutto con risultati e finalità pratiche, con creazione e preparazione di vere e proprie mozioni da presentare agli altri gruppi del Parlamento. Al termine di tale scambio culturale, ritornati a Molfetta, in una conferenza stampa, relazioneranno su quanto vissuto, discusso e deciso. Tutto ciò servirà da spinta e stimolo non solo nella promozione del nostro territorio, ma anche nella prosecuzione di questo lavoro, fortemente voluto dall'Amministrazione, nella persona dell'assessore al turismo e sport Maurizio Solimini. Si spera infatti, che non solo l'esperienza del viaggio possa ripetersi, possibilmente con molti più partecipanti, ma soprattutto che anche Molfetta in futuro possa diventare sede del Parlamento dei Giovani e centro propulsivo per altri eventi del genere. Per ora comunque, è importante sapere che Molfetta è stata una delle poche città in Italia a promuovere questa iniziativa e che ben presto si vedranno nella nostra città anche studenti stranieri che, dopo aver ospitato i nostri, saranno ben lieti di visitare il nostro patrimonio cittadino. Gabriella Valente
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet