Recupero Password
Molfetta, saccheggiavano il negozio che pulivano: arrestate due donne
16 luglio 2011

MOLFETTA - Saccheggiavano il negozio che pulivano, portandosi via pc portatili, costosi cellulari, videogames portatili e giochi vari, ma scoperte sono finite nei guai.   È accaduto a Molfetta, dove i Carabinieri della locale Compagnia hanno arrestato una 35enne incensurata di Bari Santo Spirito, P.C. le sue iniziali e Teresa Cuoccio, una 31enne di Palombaio di Bitonto, già nota alle forze dell’ordine, con l’accusa di furto aggravato.   
I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, attivati da una telefonata giunta al 112, si sono recati presso un negozio di elettrodomestici ubicato all’interno di un centro commerciale del luogo, in quanto il responsabile dell’esercizio aveva riscontrato un anomalo ammanco di merce e che nel contempo nutriva dei forti sospetti su due donne addette alle pulizie dei locali. Queste, infatti, sono state fermate poco più tardi subito dopo essere uscite dalla porta utilizzata dai dipendenti e qui sottoposte a controllo dai carabinieri. Nella borsa della prima sono stati trovati 2 pc portatili con accessori e 1 nintendo Ds con un gioco, mentre nella borsa dell’altra sono stai rinvenuti 4 telefoni cellulari, 1 Nintendo Ds con un gioco e 1 pc portatile con accessori. Le due donne, infatti, a specifica richiesta, non erano in grado di esibire alcuna documentazione fiscale che potesse giustificare il possesso della merce rinvenuta.
La perquisizione è stata estesa anche alle rispettive abitazioni, atteso che simili ammanchi erano stati registrati da oltre un mese. A casa della 35enne, infatti, gli operanti hanno trovato 2 Psp Sony, 3 telefoni cellulari, 1 Pc portatile e altri piccoli elettrodomestici, mentre presso l’abitazione dell’altra donna sono stati rinvenuti 1 pc portatile, 1 Nintendo 3Ds e 1 Nintendo Wii.  
Tratte in arresto, le due signore, su disposizione impartita dalla Procura della Repubblica di Trani. sono state poi ammesse ad usufruire del beneficio degli arresti domiciliari.  
L’intera refurtiva, invece, è stata restituita al legittimo proprietario.  

Autore: Leonardo de Sanctis
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet