Recupero Password
Molfetta, Rifondazione Comunista sul reintegro Spadavecchia in giunta: il fallimento politico del centrodestra
03 ottobre 2012

MOLFETTA - Dopo il reintegro di Giacomo Spadavecchia all’interno della giunta Azzollini (decimo assessore senza delega), Rifondazione Comunista esprime il suo giudizio negativo su una scelta politica impostata sulla contabilità elettorale.
 
«Dopo il rinnovo degli incarichi ai dirigenti nominati politicamente e alla nomina dell'assessora Minuto (passata da una coalizione all'altra nell'arco di una consigliatura), è arrivata l'ora di un altro “regalo” in vista della prossima campagna elettorale.
Ritorna in Giunta come assessore Giacomo Spadavecchia che si era dimesso a fine giugno 2011 all'indomani dello scoppio delle vicende giudiziarie “Mani sulla città”.
Al di là degli aspetti strettamente giudiziari, registriamo sul piano politico un ennesimo contributo da parte del Sindaco allo svilimento delle istituzioni. Dopo un anno, passata la bufera giudiziaria e all'approssimarsi delle elezioni, si ricorre non certo a un rinnovamento della classe dirigente nelle file del centrodestra ma alla riesumazione politica di personaggi che evidentemente contano molto nella considerazione di Azzollini.
Evidentemente il neo-assessore Spadavecchia Giacomo è davvero bravo se non c'era nessun altro in grado di ricoprire questo incarico nelle file del centrodestra (a proposito, quale sarà la delega assessorile? Visto che ovviamente non è specificata nel decreto di nomina).
Davvero più bravo degli altri come quando riuscì a ottenere la strada asfaltata fino alla sua abitazione nella nuova zona di espansione alle spalle dell'Ospedale, mentre tutti gli altri cittadini attendevano – e continuano ad attendere da anni – il completamento delle opere di urbanizzazione.
A questo vecchio-nuovo assessore non vanno i nostri auguri né quelli dei cittadini che da anni aspettano queste opere di urbanizzazione. Il nostro giudizio è assolutamente negativo, si tratta di un atto che dimostra una volta di più, se mai ce ne fosse stato bisogno, che siamo di fronte non semplicemente alla crisi di una maggioranza, ma al fallimento del progetto politico di dieci anni di centrodestra».
 
© Riproduzione riservata
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet