Recupero Password
Molfetta, avvocati e commercialisti a convegno sulla tutela del contribuente
10 giugno 2011

MOLFETTA - "La tutela del contribuente nella fase della riscossione delle imposte, tasse e contributi vari. Opposizioni ed azioni cautelari", questo il tema della conferenza tenutasi a Molfetta presso la "Sala Finocchiaro", nel complesso della Fabbrica di San Domenico (chiostro dei Domenicani), relatore il Dott. Salvatore Paracampo, Presidente On. di Sez. della Ecc.ma Corte di Cassazione e Presidente Emerito della Commissione Tributaria Regionale di Bari è un evento (organizzato dall'Associazione Avvocati Molfetta e dall'Associazione Dottori Commercialisti di Molfetta) accreditato dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Trani e dal Consiglio dell'Ordine dei Dottori Commercialisti di Trani ai fini della formazione professionale continua (al centro nella foto tra l'avv. Pansini e il dott. Giulio Pisani). Il tema della conferenza è stato introdotto dall'Avv. Bonifacio Francesco Saverio Pansini, Tributarista in Molfetta che ha presentato l'Autorevole Relatore, Dott. Salvatore Paracampo ed ha sottolineato l'esigenza di creare sinergie tra professionalità diverse per avere una effettiva risposta alla crescente domanda dei clienti che necessitano di ricevere tutela nella materia tributaria.
La conferenza, che si è proposta come logica prosecuzione della conferenza sull'analogo tema già tenuta in data 30 marzo 2011 presso la stessa sede, è poi entrata nel vivo, affrontando la complessa tematica degli strumenti di tutela del contribuente nella delicata fase della riscossione delle imposte. Gli atti esecutivi tributari (le tradizionali iscrizioni a ruolo sulla cui base vengono formate le cartelle da parte di Equitalia ed il nuovissimo strumento dell'avviso di accertamento immediatamente esecutivo introdotto dall'ultima legge Finanziaria) non sempre permettono una semplice tutela del contribuente nella fase della riscossione esattoriale. Nel corso della conferenza, in particolare, si sono affrontate le modalità di tutela del contribuente nell'ipotesi di fermo amministrativo dei beni mobili registrati (c.d. "ganasce fiscali") e dell'ipoteca a favore del Concessionario della Riscossione, temi di strettissima attualità anche alla luce delle ventilate proposte di riforma della complessa disciplina normativa che regolamenta la materia. Gli strumenti cautelari a favore dell'agente della riscossione più diffusi (l'ipoteca ed il fermo amministrativo del veicolo) e quelli meno diffusi (il sequestro dei beni e dell'azienda) sono oggetto, infatti, di una disciplina normativa imprecisa e farraginosa che spesso deriva dall'esigenza di tamponare con misure emergenziali le lacune che hanno caratterizzato l'Ordinamento Tributario.
Durante il corso della conferenza, è stato rivolto dal Presidente Paracampo l'invito ai Professionisti di farsi portavoce presso i rispettivi Ordini Professionali delle esigenze di tutela dei contribuenti che possono trovarsi coinvolti in iniziative ingiuste dell'Agente della Riscossione. Urge, infatti, che la materia, de jure condendo, sia resa  più organica e rispettosa delle esigenze di tutela dell'integrità economica e patrimoniale del contribuente. In sintesi, il tema, molto vasto, ha affrontato tutte le problematiche che possono proporsi per l'operatore del diritto che intenda dare tutela piena al contribuente ingiustamente sottoposto all'azione esecutiva del Concessionario della Riscossione. 

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""


Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet