Recupero Password
Meral, nuova speculazione edilizia a Molfetta? Rischi e misteri di un'iniziativa economica nell'area ex pastificio Maldarelli
15 novembre 2004

Abbiamo ricevuto una lettera di un cittadino allarmato di fronte a una nuova possibile speculazione edilizia a Molfetta sul suolo dell'ex pastificio Maldarelli. Le cose raccontate hanno dell'incredibile e confermano che, quando si tratta di edilizia, tutto diventa possibile in questa città: società che falliscono dall'oggi al domani (magari per essere rilevate da altri?); case vendute due volte; quote versate dai soci e scomparse. Crediamo ce ne sia abbastanza perché della cosa si occupi la magistratura. Ma su questo nuovo caso edilizio lasciamo il giudizio ai lettori (anche per metterli in guardia, come dice lo stesso lettore), proponendo la lettera in questione, che rompe quel muro di silenzio e di omertà che molte volte ha favorito in questa città alcuni disonesti che hanno lucrato sui bisogni e sulle speranze della gente di avere l'agognata casa, favorendo la lievitazione dei prezzi delle case, che costringe i cittadini a indebitarsi per due generazioni per acquistare un appartamento. Ecco la lettera: Caro Direttore, sono un cittadino molfettese che nel 2002 è venuto a conoscenza della costruzione di palazzine in zona levante (c.d. progetto Meral ) nell'ex pastificio Maldarelli. Contattato l'avvocato, legale della società “Economy Programm s.r.l.”, che gestiva la vendita degli immobili ebbi rassicurazione circa la validità e solidità del progetto. Conoscendo la serietà della persona, amico e avvocato di famiglia, decisi con altri conoscenti di acquistare l'appartamento. Nello studio di questi furono stilati e firmati i “Protocolli D'Intesa”, versati i rispettivi acconti pari al 15% della somma pattuita con assegni intestati alla società e firmati per ricevuta dall'avvocato. A distanza di due anni veniamo a conoscenza che: • la società è scomparsa dalla sua sede in Molfetta; • cercato il Presidente, questi risulta non rintracciabile e si fa vivo dopo sei mesi tramite un legale che impone l'acquisto della case a prezzo maggiorato, prescindendo dalle quote già versate; • le nostre quote versate e riscosse non risultano in bilancio; • i soci della Economy Programm, noti professionisti di Molfetta, Terlizzi e Bisceglie, dichiarano di aver dato le dimissioni e di non dover quindi rispondere di nulla a noi, anche se all'epoca dei versamenti e riscossioni erano parte attiva nel consiglio di amministrazione. Più volte contattato, l'attuale costruttore ha risposto che il Consorzio Meral non riconosce gli acconti da noi versati e i nostri appartamenti si stanno vendendo ad altri. Inoltre ha aggiunto che può venderceli, come favore personale, ma a prezzi maggiorati, sempre non calcolando gli acconti già versati. DI CHI CI SI PUO' FIDARE A MOLFETTA? QUANDO FINIRANNO I GIRI VIZIOSI NELL'EDILIZIA DI QUESTA CITTA'? COSA C'E' DIETRO IL “CONSORZIO MERAL”? QUALCUNO PAGHERA'? P.S. scrivo per mettere in guardia altri cittadini onesti che potrebbero vedere i loro risparmi svanire. Lettera firmata
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet