Recupero Password
Mauro Magarelli (An): non sono il candidato sindaco della CdL
28 gennaio 2006

MOLFETTA 28.01.2006 Smentisce categoricamente che sia in atto fra i consiglieri comunali una raccolta di firma per sfiduciare il sindaco Tommaso Minervini ed anche di essere il possibile candidato sindaco della Casa delle Libertà, Mauro Magarelli(nella foto), esponente di spicco della sezione cittadina di An, ex assessore al Bilancio e vicesindaco. “Si tratta di voci senza fondamento – ha dichiarato stamani a Quindici on line - di chiacchiere da bar. Non sono disponibile, non fosse altro perché mi manca l'ambizione necessaria”. Magarelli non nasconde, però, una certa dose di amarezza per come stanno andando le cose nel centro destra, soprattutto per gli atteggiamenti assunti dal sindaco: “Siamo rimasti sbigottiti già dalla modalità stessa con cui, il 19 gennaio, Tommaso Minervini ha voluto far sapere come la pensa. Quello che doveva essere un incontro fra forze politiche e i loro rappresentanti istituzionali si è trasformato in una conferenza mediatica”. Ma è soprattutto sui contenuti politici che, a sentire Mauro Magarelli, Alleanza nazionale non può dirsi d'accordo. “Il ragionamento del sindaco, con il rilancio del “progetto civico”, tende automaticamente a ridimensionare il ruolo dei partiti, una valutazione che sarebbe assurdo chiederci di condividere”. Questo non vuol dire considerare chiusa l'esperienza con Tommaso Minervini, anzi, Mauro Magarelli sembra considerare questa una fase ancora interlocutoria, con posizioni reciproche che, sia pure distanti, sono sempre inscritte nella normale dialettica politica. In quanto allo stato della cose, è il sen. Azzollini ad essersi assunto l'incarico di consultare i partiti di maggioranza, chiudendo proprio con An. Finora il solo “Nuovo Psi” di Visaggio si è sottratto, lasciando intendere di non essere disponibile a ripetere per la prossima coalizione la coabitazione con Forza Italia e lo stesso sen. Azzollini. In quanto alla seduta di Consiglio Comunale del prossimo lunedì, Magarelli ha anticipato quale sarà la posizione dei consiglieri di An: “In apertura, faranno una dichiarazione con cui denunceranno l'inerzia del sindaco e annunceranno che non prenderanno più parte ai lavori consiliari”. Non come primo passo verso la mozione di sfiducia, ma, conclude Magarelli, solo per “smuovere le acque”. Come se non fossero già abbastanza turbolente a dritta e a manca. Lella Salvemini
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet