Recupero Password
Le Femme Fatales di Violante Placido tributo all’universo femminile Alla Cittadella degli Artisti per la Fondazione Vincenzo maria Valente
15 giugno 2022

La bellezza, il talento, la rottura di stereotipi, la libertà conquistata. Donne semplici, donne speciali, donne fatali. Un tributo al meraviglioso e imprevedibile universo femminile, quello della Fondazione Vincenzo Maria Valente con “Femme Fatales”, performance di Violante Placido nella cornice del teatro della Cittadella degli Artisti. Cinque le prescelte a rappresentare le donne che nelle arti hanno lasciato il segno. Un omaggio interpretato e scritto, in collaborazione con Michele Primi, da Violante Placido. Nico, Marianne Faithfull, Patty Pravo, Françoise Hardy, Yoko Ono. È una battaglia continua, un dramma, essere un estraneo a me stesso. Non ho riferimenti per sapere chi sono veramente. Intendo tutti i giorni. Nico e il suo pensiero, la ricerca continua di se stessa, di una dimensione che la ingoia, la annienta e infine la distrugge. La negazione di una bellezza vissuta come una colpa, lei modella per Chanel, in continuo disagio, che la porta ad essere compagna degli artisti dell’avanguardia musicale e dell’arte contemporanea, dilaniata dal rimorso di aver lasciato il figlio alleviato dall’aver cercato disperatamente di recuperare il rapporto, fino alla morte improvvisa. E cosa rimane di una ragazza nuda avvolta da un tappeto di pelliccia? Cosa rimane di Marianne, di quella ragazza bionda e innocente che amava fare incursioni nella trasgressione? Autrice di brani di successo dei Rolling Stones, compagna di Mick Jagger, ebbe la lucidità di allontanarsi da quella vita prima di essere risucchiata dalla stessa e si salvò. Violante Placido è un crescendo. Pare che si spogli di Violante e diventi Nico, Patty, Marianne, Yoko, Francoise, donne la cui bellezza è vissuta dolorosamente come scorciatoia per arrivare prima. La stessa bellezza che trafisse ilo cuore di Bob Dylan, innamoratosi perdutamente di Francoise Hardy, della sua foto, un incontro, uno solo che lasciò il segno in entrambi. Lei, poco più che adolescente accoglie, come un macigno, il successo seguito alla messa in onda di Tous les garçons et les filles, brano-manifesto del disagio di una generazione. E Violante Placido diventa solo Violante, non solo figlia d’arte, ma artista istrionica, attrice televisiva, teatrale e talentuosa cantante. E sempre disagio verso una vita vissuta sotto i riflettori, alla continua ricerca di una identità propria, di spogliarsi dell’etichetta di moglie del Beatle più famoso, quello di Yoko Ono, performer giapponese la cui vita privata, influenzata dal rapimento di sua figlia rapita dal padre, scomparsa, e ritrovata solo dopo oltre venticinque anni, ha offuscato quella artistica, quella di una performer concettuale di talento, accusata di essere causa della rottura dei Beatles. “Lettere d’amore di una donna circondata da odio” di Matteo B. Bianchi, afferma Violante Placido, è il libro che più la rappresenta, una donna odiata solo perché ha vissuto appieno la sua straordinaria unicità. Donne capaci di riappropriarsi del proprio potenziale emotivo, donne i cui ostacoli sono diventati motori, una donna, Patty Pravo, che ha attraversato, sognando e segnandoli, cinque decenni di storia della musica, icona della battaglia a favore dei diritti delle donne. Non solo quindi Patty, interprete della canzone, la cui voce bassa e sensuale, la fanno assurgere ad icona della trasgressione, ma donna, Nicoletta impegnata e pura nel manifestare, nel dichiarare sempre il proprio pensiero controcorrente. Stupenda come il suo pensiero. Accompagnata da Dario Cito al basso e chitarra, Piero Monterisi alla batteria e Sebastiano Forte alla chitarra, Violante Placido è fatale nel catturare un pubblico attento, partecipe. E’ artista fresca e sapiente nel condurre a riflessioni, emozioni ed alla ulteriore consapevolezza dell’immensità femminile. Un altro grande successo per il direttore artistico della Fondazione Vincenzo Maria Valente, prof.ssa Sara Allegretta e del presidente Marcello Carabellese. La cultura, avanti tutta. © Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet