Recupero Password
La Regione Puglia blocca il Piano regolatore Da tempo all’ordine del giorno l’argomento viene sempre rinviato
15 febbraio 2000

Ancora un rinvio da parte della giunta regionale per l’approvazione del Piano regolatore generale. Inspiegabilmente, pur essendo da tempo all’ordine del giorno, l’argomento viene regolarmente rinviato, generando non pochi sospetti, soprattutto in vista delle imminenti elezioni regionali. Non vorremmo che il ritardo nascondesse motivi politici di ostruzionismo alla giunta di centro-sinistra di Molfetta, da parte della giunta regionale di centro-destra che governa la Regione. Sarebbe un comportamento veramente censurabile perché Molfetta attende da tempo lo strumento urbanistico, anche per sanare la situazione delle palazzine del lotto 10, costruite abusivamente e dove i costruttori rischiano di pagare una multa miliardaria e avviare un contenzioso senza fine. Il sindaco di Molfetta, Guglielmo Minervini, ha reagito con durezza a questo ulteriore rinvio con un comunicato stampa in cui si dice che «l’ennesimo rinvio da parte della giunta regionale del decreto relativo all’approvazione della variante al Pino regolatore generale di Molfetta, ripropone preoccupanti elementi di incertezza sui tempi di compimento di un iter che dura ormai da tre anni a fronte dei sei mesi previsti dalla stessa legislazione regionale». «Avverto il dovere di segnalare l’assoluta urgenza di tale passaggio formale - aggiunge il sindaco - non più ulteriormente rinviabile. Decisivi bisogni della città sono, infatti, inderogabili: l’incontenibile emergenza abitativa, l’acuta crisi del settore, la soluzione di aggrovigliate controversie urbanistiche, ma anche cruciali investimenti produttivi dipendono dall’approvazione del Prg. Un massiccio processo di sviluppo si è prodotto nella città grazie alla piena dotazione degli strumenti urbanistici che col Prg sarebbero organicamente completati. L’ulteriore ritardo nell’approvazione del Prg, dunque, è direttamente causa di costi sociali ma anche economici che questa città sarebbe chiamata ulteriormente a sopportare. L’imminente conclusione del mandato legislativo fa auspicio che una tempestiva chiusura del procedimento ponga termine ad una vicenda non espressione di una moderna ed efficiente capacità di risposta ai bisogni del territorio».
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet