Recupero Password
La Puglia: patrimonio culturale, ambientale, antropologico. Prima giornata dell'arte e della creatività all'Ipssar di Molfetta
23 aprile 2009

MOLFETTA - Anche quest'anno l'Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione ha organizzato le tre “Giornate dell'arte e della Creatività Studentesca” elaborando un programma che investe tutti i campi della vita dei giovani studenti della scuola, dalla gastronomia allo sport, dalla danza allo spettacolo. Ieri mattina alle ore 9 si è tenuta, nell'Auditorium della parrocchia “Madonna della pace”, la conferenza di apertura della manifestazione, il cui scopo era quello di sottolineare l'importanza del rapporto cittadino-territorio. “E' necessario conoscere e valorizzare il patrimonio della nostra regione per vivere meglio”. Così ha esordito il Dirigente Scolastico, il prof. Pellegrino de Pietro, il quale ha giustificato la scelta di invitare al convegno i rappresentanti di tutti gli istituti secondari molfettesi evidenziando il valore della conoscenza delle esigenze del nostro territorio per la creazione di nuovi sbocchi professionali (nella foto: Giancaspro, Francavilla, de Pietro, Mandurino, Calò). L'assessore provinciale Antonello Zaza ha ringraziato il preside de Pietro per aver creato per il nono anno consecutivo un'occasione di apertura e pubblico confronto dei ragazzi con il territorio, attivando percorsi di dialogo e di “cittadinanza attiva”. Sono poi stati riportati i saluti del sindaco Antonio Azzolini, “assente per motivi istituzionali”, del Vescovo don Luigi Martella e dell'assessore regionale Guglielmo Minervini. Il dott. Rodolfo Calò, capo Servizio Agenzia ANSA di Roma, ha posto l'accento sulla diversità delle zone della Puglia, motivo del suo fascino e della sua bellezza tanto da essere diventata set cinematografico prediletto di alcuni tra i più importanti registi italiani (Rubini, Pupi Avati, Salvatores…). Apportando esperienze di vita all'estero, dove ha spesso sentito parlare della Pugliashire o del “Chiantishire” (neologismo per indicare la zona della valle d'Itria), ha voluto definire la nostra regione come un “film a colori in cui la vita è tutto tranne che noia”. Il prof. Giacomo Giancaspro, vice presidente nazionale della Federazione Italiana Cuochi, ha sottolineato come l'approccio al turismo si sia evoluto nel tempo mutando il suo carattere monosettoriale. “Bisogna mettere insieme più figure professionali per la formazione di un territorio turistico”. I prodotti pugliesi non sono solo materiali. Dietro questi vi è la storia della nostra terra, le tradizioni e la vita del popolo pugliese, caratteri perfettamente colti dal consumatore. “E' quindi attraverso il prodotto che la nostra regione viene 'percepita' in tutte le sue differenti identità territoriali”. Ma anche il turismo gioca un ruolo fondamentale nello sviluppo economico del territorio, come ha asserito la Dirigente dell'APT (Agenzia promozione turistica) di Lecce, la dott.ssa Stefania Mandurino. Si pensi che nell'ultimo anno, la media degli arrivi è salita dell'8,5% e la presenza degli stranieri nella regione di ben il 4% circa, oltre il 20% in più della media nazionale. Per far sì, tuttavia, che questa tendenza aumenti sempre più, è necessario cogliere il genius loci delle località, valorizzare peculiarità ed elementi identitari del territorio e delle ingenti risorse ambientali, biologiche e culturali, ponendo la dovuta attenzione sul problema delle infrastrutture, mancanti o da sanare. Ha concluso il dibattito il dott. Ruggero Francavilla, direttore generale dell'ufficio Scolastico Regionale per la Puglia. “Il primo passo verso un'integrazione della scuola nel territorio è stato compiuto grazie alla legge Bassanini del '97 – ha detto Francavilla - che ha dato piena autonomia programmatica in materia scolastica alle Regioni che hanno potuto gestire, così, da vicino l'offerta formativa e il processo educativo da ideare”. A fianco ad una formazione culturale, è importante, secondo il Dirigente, educare i ragazzi a divenire parte della società attraverso un lavoro interdisciplinare. Infine sono stati consegnati dei riconoscimenti ai relatori dai ragazzi alunni dell'I.P.S.S.A.R.
Autore: Serenella d'Ingeo
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet