Recupero Password
L'autoritratto di Leonardo da Vinci, gratis nella vicina Corato
15 ottobre 2009

Grazie ad un’iniziativa dello storico mensile coratino Lo Stradone (“alleato” sul territorio del nostro Quindici), nell’ambito degli eventi celebrativi del suo trentennale, il prossimo 30 ottobre, sarà esposto agli studenti dell’Istituto Statale d’Arte di Corato, illustrato da un’équipe di esperti, “il Leonardo di Acerenza”, dipinto scoperto di recente che si suppone essere l’autoritratto di Leonardo da Vinci. Nel pomeriggio dello stesso giorno il dipinto sarà esposto al pubblico dalle ore 17.30 presso la sala ricevimenti Corte Bracco dei Germani in Via Ruvo sempre a Corato e il giorno successivo, sabato 31, rimarrà invece per l’intera giornata presso il Museo della Città e del Territorio di Corato in via Trilussa. Si tratta di una tavola di pioppo di cm. 60 per 44, ad olio, rintracciata a Salerno dallo studioso medievalista Nicola Barbatelli, riconosciuta oggi come “il Leonardo di Acerenza”, per le origini lucane della famiglia che la possedeva. A sostegno dell’attribuzione del dipinto al genio di Vinci, sull’opera sono state eseguite numerose ed attente analisi di carattere scientifi co, condotte da importanti Istituti di Ricerca (Università di Pescara-Chieti, Laboratorio CIRCE di Caserta, Istituto di Cibernetica del CNR, Università di Napoli, Laboratori di Scienze e Tecniche Applicate ai Beni Culturali, storici dell’arte, grafologi, ecc.) per determinare la specie arborea del legno di supporto, la misura dell’età radiocarbonica su micro frammenti di legno prelevati dal retro della tavola, il riconoscimento di minerali e dei composti presenti nei pigmenti e degli elementi chimici sia dello strato pittorico che di quello preparatorio. Anche se rimane inevitabilmente qualche margine di dubbio - un alone di mistero non guasta - l’impressione che si prova di fronte al dipinto, resta sempre vivacissima e piena di energia. Il ritratto, insomma, è convincente sotto tutti gli aspetti e il successo che sta avendo nelle sue esibizioni pubbliche è la conferma del suo indubbio valore artistico. Un’occasione irripetibile, assolutamente da non perdere.

Autore: Sabino Ferrucci
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet