Recupero Password
Forza Italia attacca l'assessore regionale Minervini per la sua posizione sul porto di Molfetta «All'assessore regionale Minerivini chiediamo: perchè solo adesso si interessa del porto di Molfetta?»
07 giugno 2007

MOLFETTA - Con riferimento alle recenti affermazioni dell'assessore regionale alla Trasparenza, Guglielmo Minervini, riguardanti il Porto di Molfetta e la necessità di inserire quest'ultimo nell'ambito dell'Autorità del Levante, si riporta di seguito la replica di Tonino Camporeale, segretario politico di Forza Italia a Molfetta ed assessore al Porto nell'ultima tranche dell'amministrazione di Tommaso Minervini. “Le uniche e semplici domande che i cittadini molfettesi dovrebbero porre all'assessore regionale Guglielmo Minervini sono le seguenti: visto che gli piace tanto il concetto di 'gioco di squadra' perché in questi ultimi anni ha sempre remato contro la realizzazione del porto, anteponendo le logiche di schieramento politico agli interessi dei molfettesi? Quali sono le ragioni che, esattamente un anno fa, alla vigilia della campagna elettorale per le comunali, hanno spinto l'assessore regionale Minervini, che si vanta tanto dell'amicizia con il governatore Vendola, a ritardare l'approvazione del Piano regolatore del porto? E ancora: come mai la sinistra molfettese - che ha sempre giudicato il porto di Molfetta un'opera inutile e sproporzionata – oggi sembra destarsi dal torpore e interessarsi a questa grande opera? Troppo facile oggi salire in cattedra dopo che altri sono riusciti ad ottenere i finanziamenti, dopo che altri hanno provveduto ad ottenere le centinaia di autorizzazioni ministeriali, dopo che altri hanno realizzato la pianificazione definitiva di questa infrastruttura, dopo che altri hanno alzato la voce contro la Regione Puglia affinché approvasse il Piano regolatore del porto, dopo che altri hanno appaltato l'opera fino ad arrivare a oggi alla vigilia dell'apertura del cantiere. E, ovviamente, tutti i molfettesi sanno benissimo che quegli “altri” che hanno fatto tutto questo per Molfetta hanno nomi ben precisi: il senatore Antonio Azzollini, oggi sindaco di Molfetta, e tutti i dirigenti di Forza Italia. Ma al di là di questo, mentre l'assessore regionale Guglielmo Minervini si perde nelle sue inutili quisquilie portando a Molfetta i suoi colleghi assessori regionali, l'amministrazione comunale di centrodestra che sta governando la città continua a lavorare con i fatti, piuttosto che con le parole: è in dirittura di arrivo, infatti, il protocollo d'intesa con la ditta vincitrice dell'appalto per il porto - la Cmc di Ravenna – con il quale quest'ultima si impegnerà ad assumere manodopera locale compatibilmente con i profili professionali richiesti. Oggi prendiamo atto – sulla base delle dichiarazioni riportate dalla stampa locale e attribuite agli assessori regionali Guglielmo Minervini, Mario Loizzo e Onofrio Introna - che gli esponenti della sinistra molfettese e regionale finalmente riconoscono nel porto di Molfetta, nel suo Interporto e nell'area industriale adiacente al futuro scalo marittimo, il valore e le potenzialità derivanti da scelte politiche e strategiche azzeccate. Ora, l'asserita necessità di una integrazione di questa infrastruttura in altri ambiti istituzionali e formali, quale è l'Autorità del Levante, certamente non può essere una scelta calata dall'alto e imposta con un atto d'imperio dagli organi regionali. Se così fosse, farebbe solo venire in mente il ritornello di una canzone, 'aggiungi un posto a tavola'. Si rassegni l'assessore Minervini: il Porto di Molfetta appartiene ai molfettesi. La città non accetterà ingerenze e intromissioni che puntino solo a “sfamare” gli interessi clientelari dei suoi nuovi e vecchi amici".
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""




Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet