Recupero Password
HOCKEY. Promove Molfetta – H.C. Sarzana 4 -5
09 marzo 2005

MOLFETTA – 9.3.2005 Promove Molfetta: De Pinto 7, Agrimi 5, Lezoche 5, Piscitelli 6, De Robertis 5, Spadavecchia 4, Turturro, Marzella, Del Vescovo, Squeo. All. Bavaro 5. Sarzana: Buselli 6, Vega 7,5, Goransky 7, Cuppari 7, De Rinaldis 7,5, Rossi, Pastina, Sturla, Borsi, Cirami. All: De Rinaldis P.7. Direttore di gara : Strippoli (Bari) Reti: Agrimi (10'), Piscitelli (12'), Piecitelli (13'), De Leonardis (5' s.t.), De Leonardis (9' s.t.) Goransky (12' s.t.), Piscitelli (14' s.t.), Vega (15' s.t.), Vega (16' s.t.) Primo tonfo dei biancorossi in casa Spenti, senza mordente, sempre in affanno, praticamente irriconoscibili. Sono gli ingredienti negativi che hanno portato la Promove Molfetta ad assaporare la prima sconfitta interna, per merito di un giovane Sarzana che ha espresso un gioco brioso e veloce per tutto l'arco della gara. Per i biancorossi, la gara s'era messa sul binario giusto con un parziale di 3-0 al termine del primo tempo. Nella ripresa il Sarzana continuava a macinare gioco, mentre i molfettesi con difficoltà non riuscivano ad arginare le veloci scorribande degli avversari, con De Leonardis e Vega che hanno fatto un figurone. La cronaca Sin dalle prime il Molfetta lasciava giocare il Sarzana che con Vega per due volte impegnava il portiere De Pinto. Dopo due minuti il Molfetta perdeva Turturro per infortunio, una mancanza che poi si rivelerà determinante Al 4' prima conclusione per la Promuove con Piscitelli che impegnava il portiere avversario. Il Sarzana rispondeva prima con una pregevole serpentina di De Rinaldis e poi con Goransky, in entrambi i casi De Pinto rispondeva da par suo. La facilità di conclusione del Sarzana preoccupava il tecnico Bavaro che al 10' chiamava il primo brek. Al ritorno in campo il Molfetta si svegliava dal torpore e nel giro di pochi minuti andava a rete per tre volte. Sbloccava il risultato Agrimi che scambiava con Spadavecchia e sotto rete non aveva difficoltà ad insaccare. Al 12' Piscitelli da centrocampo con un'improvvisa sciabolata infilava tra palo e portiere. Il Sarzana quasi stordito dopo un minuto subiva la terza rete ad opera sempre di Piscitelli, servito da Spadavecchia. Appagato del vantaggio il Molfetta mollava la tensione e permetteva ai giovani del Sarzana di ritrovare il coraggio e reagire, con una serie di veloci incursioni che impegnavano più volte De Pinto. Nel secondo tempo la musica non cambiava con gli ospiti sempre più intraprendenti e i molfettesi fermi, come se stessero disputando una gara d'allenamento, senza mordente e convinzione. Al 5' il Sarzana accorciava le distanze con De Rinaldis che si ripeteva al 10' quando indisturbato a centrocampo si aggiustava la pallina e con un secco diagonale gonfiava la rete molfettese. I biancorossi, visibilmente in affanno, sembravano storditi ed incapaci di reagire, al punto che il pareggio arrivava scontato al 12' ad opera di Goransky che raccoglieva una ribattuta del portiere De Pinto che si era oposto ad un diagonale di De Leonardis. A questo punto la gara si accendeva con continui cambiamenti di fronte, ma era ancora il Sarzana che si rendeva pericoloso con tre conclusioni consecutive. Il Molfetta con una fiammata d'orgoglio cercava di riprendere in mano la gara con Piscitelli che prima colpiva il palo dalla distanza e poi riportava nuovamente in vantaggio i biancorossi su azione di rigore. I giovani del Sarzana non si piegavano sostenuti da una freschezza agonistica con i molfettesi che ripiombavano in un torpore arrendevole. Il laterale Vega padroneggiava sulla fascia destra e con due diagonali ribaltava il risultato. Nonostante ci fossero ancora 8 minuti da giocare, i molfettesi s'incartavano in giocate prevedibili ed errori banali, che consentivano agli avversari di portare in porto con merito e senza affanni la vittoria, sancita anche dall'applauso finale dello sportivo pubblico locale. Commento La perdita dopo pochi minuti di Turturro ha certamente privato la squadra del giocatore più combattivo, ma non può essere l'alibi di una serata totalmente negativa. Il migliore in campo è stato il portiere De Pinto chiamato a fare gli straordinari. Si è salvato anche Piscitelli, apparso il più reattivo. Agrimi, Lezoche d De Robertis, nonostante l'impegno hanno girato a vuoto, mentre sotto tono è stata la prestazione di Spadavecchia, praticamente mai entrato in partita. Negli spogliatoi il tecnico Bavaro visibilmente contrariato, non ha voluto rilasciare dichiarazioni, lasciando capire che alla ripresa degli allenamenti non sarebbe stato tenero con i suoi. Ci auguriamo che il gruppo non si sfaldi e che recuperi al più presto tutto ciò che è necessario recuperare, per non mollare l'obiettivo ancora alla portata. Adesso per i molfettesi la situazione si fa difficile, quando mancano 7 gare al termine del torneo. Due sconfitte consecutive hanno permesso al Modena e Reggio Emilia di guadagnare la vetta della classifica a 38 punti, con una lunghezza di vantaggio sui molfettesi. Sabato prossimo a Molfetta sarà di scena il Castiglione. Francesco del Rosso
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet