Recupero Password
H.C. Molfetta sornione aspetta il momento giusto HOCKEY
15 gennaio 2004

Ad un turno dal giro di boa, con dodici gare alle spalle, l'Hockey Club Molfetta, sornione, sorride. Le cinque vittorie e i tre pareggi, per un totale di diciotto punti, hanno proiettato i biancorossi nei quartieri alti della classifica di serie A2, lasciando intatte le possibilità di exploit ed affidandole ad un regolare, e niente più, girone di ritorno. Il livellamento del campionato, in cui soltanto la regina Salernitana sembra involata verso la promozione nella massima categoria, non richiede, per raggiungere l'obiettivo dei play-off (è sufficiente piazzarsi terzi o quarti, ndr), sforzi titanici ma solo costanza: successi in casa e fuori contro i team abbordabili; imbattibilità o quasi contro le dirette concorrenti. Non sarà un calendario facile per la truppa di Beltempo: le trasferte contro Castiglione, Montebello, Valdagno e Salernitana sembrano scontri proibitivi, specie per un Molfetta “timido” quando è lontano dal “Don Sturzo”, capace di capitomboli imprevisti (vedi Sandrigo, Vercelli e Bassano) e buone prove di carattere (vittorie contro le non irresistibili Matera e Lodi). Ma tant'è: negli scontri diretti, in qualunque sport, è d'obbligo far risultato se si vuole ambire a qualcosa in più di una comparsata stagionale. La partita decisiva potrebbe coincidere con l'ultimo impegno casalingo (Molfetta-Thiene) e ciò indubbiamente costituirebbe un grosso vantaggio. Discorsi, tuttavia, che paiono prematuri: se dalle quattro trasferte suddette De Robertis e compagni usciranno con le ossa rotte ogni sogno di grandeur verrà infranto. L'organico è competitivo (se ci si è lasciati sfuggire ancora una volta Cirilli, in forza ad un Matera ritornato in corsa dall'ottava di campionato anche grazie ai suoi goal, ci saranno buone ragioni tecniche); la difesa non più impenetrabile come nelle prime giornate (la peggiore delle prime otto compagini); l'attacco deve ritrovare le reti di Piscitelli (14) e Spadavecchia (12) in quantità. Il resto è grinta, determinazione e fortuna: anche le coincidenze nei risultati, in questa stagione equilibrata e perciò entusiasmante, giocheranno il loro ruolo. Classifica dopo dodici incontri (posizioni di testa): Salernitana 26; Castiglione e Valdagno 23; Matera e Montebello 20; Pordenone e Molfetta 18; Thiene e Correggio 17; Lodi 16. Eugenio Tatulli
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet