Recupero Password
Guglielmo Minervini e Viesti domani a Molfetta per “Una scuola migliore in Puglia” In risposta ai tagli del Governo la Regione nel 2009 ha stanziato 25 milioni di euro per dar lavoro a 1500 docenti precari in progetti per la lotta alla dispersione scolastica. Domani alle 18.30 nella sala Consigliare gli assessori regionali alla Trasparenza e al Diritto allo studio incontrano docenti e cittadini per capire cos'altro potrà cambiare nella scuola pubblica pugliese
21 febbraio 2010

MOLFETTA - Il Partito democratico promuove a Molfetta una iniziativa sulla scuola:
"Il riordino della scuola per cui il ministro Gelmini si è espresso in termini di «riforma epocale» riserverà agli organici un taglio senza precedenti e la trasformazione dei percorsi formativi di tutti gli istituti. Le scuole inoltre avranno la possibilità di adeguare i curricula alle esigenze dell'utenza e del territorio convertendo discipline e didattica. Quali conseguenze avrà tutto questo sul futuro dei docenti e sulla formazione dei ragazzi?
Ne discuteranno domani, lunedì 22 febbraio alle 18.30 nella sala Consigliare in Piazza Municipio, gli assessori regionali Gianfranco Viesti, al Diritto allo studio, Guglielmo Minervini alla Trasparenza e cittadinanza attiva e Caterina Montaruli, dirigente dell'ITC "Tannoia" di Ruvo di Puglia.
Un ruolo importante dal prossimo anno, infatti, sarà svolto anche dalle regioni e la Puglia con il governo Vendola ha già dimostrato che un modo diverso di intendere l’educazione e il servizio scolastico pubblico è possibile.
L’ultima iniziativa messa in campo è stata “Diritti a Scuola” finalizzata alla lotta contro la dispersione scolastica ed a offrire possibilità di lavoro ai docenti ed al personale espulso con le scelte del ministro Gelmini. Il progetto ha permesso nel 2009 un finanziamento regionale di 25 milioni di euro a beneficio di 600 istituti pugliesi che hanno così potuto assumere 1500 nuovi docenti per irrobustire il sostegno ai ragazzi più deboli, per qualificare soprattutto negli istituiti di periferia l’offerta formativa. Insomma lunedì sarà l’occasione di capire quello che è stato fatto e discutere di quello che si potrà ancora fare per la scuola in Puglia, nonostante la riforma Gelmini".

Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet