Recupero Password
Gano Cataldo (Sel Puglia): Azzollini salvato per la seconda volta dal Pd e dalle larghe intese "Per la seconda volta in pochi mesi le larghe intese impediscono che si faccia adeguata chiarezza sul ruolo del Senatore Azzollini"
05 dicembre 2014

MOLFETTA - Gano Cataldo (foto), Coordinatore regionale di Sel Puglia, commenta così il respingimento da parte del Senato alla richiesta da parte della procura di Trani, dell'uso delle intercettazioni telefoniche del Senatore Antonio Azzollini di Molfetta, nell'ambito dell'inchiesta sullo scandalo degli appalti per il porto di Molfetta, dove il Senatore era Sindaco.

"Il Senato boccia in plenaria la richiesta, dopo averlo fatto nella Giunta per le elezioni e questa bocciatura è fatta dal PD, NCD con l'aggiunta di Forza Italia e della Lega, sempre pronta a sbandierare la legalità nelle piazze, salvo poi impedire che lo stesso avvenga nelle aule parlamentari‎. All'interesse generale, quello cioè di diradare la nebbia fitta sulla presunta frode di 150 milioni di euro per i lavori di ampliamento del porto di Molfetta e di messa in sicurezza del fondale, si antepone lo spirito di corpo di salvaguardia delle larghe intese. Nell'arco di pochi mesi il PD e la sua strana maggioranza reiterano un torto nei confronti di una comunità che chiede chiarezza su una vicenda torbida".

VENDOLA: IL SENATO LO SALVA  - "Il Senato salva Azzolini non consentendo l’uso delle intercettazioni telefoniche in processo per truffa da 60 milioni alla città di Molfetta. Che farà ora Renzi: azzera il Pd di Palazzo Madama?". Lo scrive su twitter Nichi Vendola, presidente di Sinistra Ecologia Libertà, dopo che, sottolinea Sel, "stamani al Senato Pd e Lega hanno salvato l'esponente Ncd".

Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet