Recupero Password
Finanziamenti alle famiglie sfrattate, a Molfetta sospesi 2 milioni di euro per 20 alloggi Una denuncia della Cgil Puglia e del Sunia. Il 15 ottobre gli sfratti diventeranno esecutivi
27 giugno 2008

BARI - La Cgil Puglia boccia la sospensione dei finanziamenti alle famiglie sfrattate. L'argomento è stato affrontato nel corso di una conferenza stampa di Luigia Navarra, segretaria regionale Cgil e Nicola Zambetti, segretario regionale Sunia, in cui è stato reso noto che il governo ha sospeso, con decreto legge, i finanziamenti per costruire o recuperare in Puglia 370 alloggi da destinare prioritariamente alle famiglie sfrattate con reddito inferiore a 27mila euro. Il totale degli interventi sospesi è di euro 35.935.604,17 c'è anche quello che riguarda Molfetta: 20 alloggi (comparti 5, 15 e 16), per un importo di 2 milioni di euro. Il 15 ottobre prossimo gli sfratti per queste famiglie diventano esecutivi. I Comuni d'intesa con la Regione hanno già avviato le procedure di progettazione e in alcuni casi varianti per appaltare la realizzazione degli alloggi. Cgil e Sunia sono preoccupati per il silenzio dei Comuni destinatari delle risorse. Cosa pensano e intendono fare dopo che hanno già progettato la cantierizzazione delle opere. Cosa pensano di dire agli sfrattati, che sperano di poter risolvere con l'intervento del Comune il problema abitativo. La sospensione dei finanziamenti getta nella incertezza e nella più grave precarietà famiglie, che da questo programma attendevano risposta ad una situazione di sfratto esecutivo resa più urgente e drammatica dopo che la Corte Costituzionale ha dichiarato incostituzionali le commissioni – sfratti, istituite presso le prefetture con la legge n. 9/2007. La Corte Costituzionale infatti ha attribuito la competenza alle Regioni le quali devono legiferare in materia di graduazione sfratti. Le famiglie sfrattate in pochi giorni si sono visti sospesi i finanziamenti per la realizzazione di case e sciolte le commissioni prefettizie, che graduavano gli sfratti. CGIL e SUNIA hanno chiesto all'Assessore Regionale all'Assetto del Territorio ed ERP un incontro per concordare e legiferare subito i criteri per la graduazione degli sfratti. Il Governo ha anche bloccato 280 milioni di euro destinati, con decreto del 26-3-2008 del Ministro delle Infrastrutture, a finanziare programmi di riqualificazione urbana per alloggi a canoni sostenibili. Alla Puglia sono stati bloccati ben 18.518.226,00 Euro. Il Consiglio Regionale, ieri, ha incrementato questi fondi, approvando una variazione di bilancio di euro 5.535.468,00 al fine di mettere maggiori risorse a disposizione dei Comuni. I primi atti del Governo vanno contro la concertazione, fatta nei mesi scorsi da tutte le parti sociali coinvolte direttamente nella politica abitativa, rinviando il tutto ad un fantomatico piano casa e spacciando per finanziamento ex novo risorse già destinate ad affrontare l'emergenza abitativa. Inoltre sono stati impegnati per altre spese i fondi destinati all'utilizzo delle aree ed edifici demaniali che dovevano essere utilizzati ai fini abitativi. La CGIL ed il SUNIA sono impegnati, affinché il Parlamento modifichi il decreto legge, svincolando tutte le risorse già finalizzate alla realizzazione di alloggi e alla riqualificazione delle città. Le due organizzazioni, inoltre, sono preoccupate dei ritardi nella approvazione delle graduatorie dei Piani Integrati di Riqualificazione delle Periferie ai quali in Puglia hanno partecipato 127 Comuni. La Commissione Regionale doveva approvare le graduatorie entro ottobre dello scorso anno; ad oggi non si hanno notizie. Questi ritardi scoraggiano i Comuni e le imprese a investire nella riqualificazione. I Comuni, le imprese e le forze sociali sono convinti che il futuro delle città passa attraverso la riqualificazione delle stesse. La Giunta Regionale deve far rispettare i tempi che vengono fissati nelle leggi. Questi gli interventi complessivi: Comune Soggetto attuatore Tipo di intervento Numero alloggi Importo Euro Bari Comune Recupero Via Ferrara 2 15 1.500.000,00 Bari IACP di Bari N.C. Via Buozzi 42 3.742.866,00 Bari IACP di Bari N.C.- Carbonara 36 3.827,726,00 Bari IACP di Bari N.C.- San Pio 8 850.761,17 Taranto Comune N.C. Paolo VI 60 5.500.000,00 Foggia IACP Foggia N.C. Borgo Croci 45 4.434.250,00 Brindisi Comune N.C.- Rione Paradiso 30 3.000.000,00 Lecce IACP Lecce Recupero 12 400.000,00 Andria IACP di Bari N.C. 30 3.000.000,00 Altamura Comune N.C. Via G. Leopardo 8 950.000,00 Barletta Comune N.C. - Via Padre di Bari 24 3.000.000,00 Molfetta IACP di Bari N.C. – comparti 5-15 -16 20 2.000.000,00 Manfredonia Comune N.C. – comparto CA12 20 2.000.000,00 Cerignola IACP Foggia N.C. - Loc. Toma dei Galli 20 2.000.000,00 (Alloggi Bari 101,Taranto 60,Foggia 45, Brindisi 30, Lecce 12, Molfetta 20, Andria 30, Barletta 24, Altamura 8, Manfredonia 20, Cerignola 20. Tot. 370).
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet