Recupero Password
Cos’è la felicità?
15 maggio 2017

La felicità si riferisce ad una zona grigia, un luogo non ancora definito in cui sentimenti e sensazioni non hanno preso forma. Questo è ciò che ha risposto Francesco Carofiglio, architetto e scrittore , il 28 aprile durante la conferenza in cui ha presentato il suo libro “ una specie di felicità” nell’ ambito del progetto lettura “restiamo umani” dell’IISS “ G. Ferraris”. Tante le domande che gli studenti hanno posto allo scrittore in un dialogo aperto e appassionato. Tra le tante, molte riguardavano la genesi di un romanzo e il lavoro di scrittore, a tutte l’autore ha risposto con grande generosità. Come ha affermato Carofiglio “una storia può nascere in maniera casuale, dando spazio alle sensazioni”, in questo caso, il libro, frutto in parte di un’esperienza autobiografica è nato da eventi contemporanei e racconta il rapporto tra due generazioni rappresentate rispettivamente da Giulio D’Aprile, psicoterapeuta quarantenne, un uomo a cui la vita ha dato tutto facilmente e Dario Moretti, anziano psicoterapeuta e brillante ex professore universitario dello stesso Giulio. Il caso vuole che il protagonista prenda in terapia il professore, il rapporto che si instaura fra i due però, non è quello canonico tra dottore e paziente, difatti si assiste ad un ribaltamento continuo dei ruoli. Ne deriva un duello psicologico che porta Giulio ad una profonda e radicale introspezione che lo fa riflettere sulla sua vita e su se stesso. Il rapporto fra i due con il dipanarsi degli eventi cresce, si rafforza fino a portare entrambi alla necessità di una scelta e alla scoperta della nascita di un’amicizia. All’autore sono state rivolte alcune domande riguardanti le storie narrate e i personaggi descritti alle quali la premessa è stata “ciò che c’è scritto nel libro crea un rapporto intimo con il lettore, chi legge immagina ciò che vuole immaginare” da ciò si evince che ogni risposta data rappresentava il punto di vista dell’autore che non pone limiti all’immaginazione dei lettori, “la cosa interessante è la lettura che i ragazzi fanno dei libri, una lettura senza filtri”.

Angela Giancaspro

Nominativo  
Email  
Messaggio  

Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet