Recupero Password
Conclusa con successo la visita in Puglia delle imprenditrici argentine
27 maggio 2005

BARI – 27.5.2005 Si è conclusa con successo la visita in Puglia delle imprenditrici argentine su iniziativa dell'Associazione Pugliese di La Plata, che ha interessato le città di Bari, Lecce, Cassano, Trani, Acquaviva, nel processo di sviluppo territoriale Corrridoio-Produttivo-Turistico-Culturale Regione Puglia –Argentina, la seconda fase del progetto “Crea la tua impresa”, patrocinato dalla Regione Puglia Settore Politiche Migratorie. La presenza di donne imprenditrici (Inés Balercia, Silvana Targi, Maria Montironi, Silvia Balercia, Cecilia Liuzzi, Mariana Diaz e Yamila Scasso), formate tra Córdoba e La Plata, per partecipare allo stage nella Regione con l'obiettivo di creare rapporti con il mondo imprenditoriale del territorio di Puglia, ha costituito un elemento di novità nel programma dell'Associazione “La Plata”. Alla cerimonia di apertura hanno partecipato il presidente della Regione Puglia Dott. Nichi Vendola, il presidente dell´Associazione Pugliese di La Plata Nicolas Moretti, il dirigente del Settore Politiche Migratorie Angelo Di Summa, la Dott.ssa Lucia Berardino responsabile progetti del Settore Politiche Migratorie e rappresentanti degli diversi Assesorati: la Dott.ssa Maritonenne dell'Assesorato al Turismo, Attività Produttive, la Dott.ssa Giuglia Veneziano dell'Assesorato alla Formazione e Politiche del Lavoro; la Dott.ssa Ana Maria Lobosco dell'Assesorato all'Industria, Commercio e Artigianato e PMI. Il presidente Vendola (nella foto) ha sottolineato la profonda necessità di interagire sul territorio più umanamente, coinvolgendo degli attori creatori di cultura “le donne”. Una serie di iniziative fatte prima in Argentina hanno portato a sviluppare alcuni incontri operativi in Puglia: a Tecnopolis, coordinato dalla responsabile del programma Incubatori d'impresa, Dott.ssa Annamaria Annicchiarico è stato possibile esaminare con i fatti in loco, la possibilità di creare impresa quando gli attori del territorio lavorano insieme. Altro incontro a Villa Romanazzi Carduci sul tema: “Imprenditrici Pugliesi incontrano imprenditrici Argentine”, coordinato da Anna Lobosco dell'Assessorato all'Industria e Commercio del Settore Artigianato e PMI e la collaborazione di Palma Mallaro sulla base del programma “promozione dell'internazionalizzazione dei sistemi produttivi Locali”. Il grupo argentino, con la presentazione multimediale, ha fatto vedere le sue potenzialità per condividere insieme con le donne imprenditrici di Puglia. Hanno partecipato le autorità locali Umberto Bozzo (Assindustria), Floriana dell' Orco (Comitato Impreditorialità Femminile CCIA-Lecce), Palma Mallardi (Artigianato e PMI), Teresa Mulloy (presidente Regionale per l'internazionalizzazione). La presentazione degli oratori è stata coordinata dal dirigente del settore Dott. Francesco Scianameo. La sera, in un Drink Word, presso il Circolo Unione di Bari, il gruppo delle Donne si è confrontato con l'AIDDA (Associazione Imprenditrice di Donne di Azienda) presieduta da Clelia Carella. L'incontro ha avuto come obiettivo la realizzazione di accordi per un'azione comune per lo sviluppo delle donne imprenditrici di Bari e Argentina. Donna Impresa (UPSA-Confartigianato-Bari) ha organizzato un incontro, presso la Camera di Commercio e Industria di Bari, con il coordinamento generale di Maria Dolores Spinelli, dal titolo “Come avviare il corridoio-produttivo tra Puglia e Argentina”. La presenza e le parole del presidente Antonio La Forgia hanno aperto un nuovo orizzonte tra Puglia e Argentina. L'incontro ha avuto un grande successo anche grazie alla presentazione di un prodotto multimediale realizzato dal gruppo argentino, che ha coinvolto le donne imprenditrici della provincia di Bari. Sono stabiliti inoltre rapporti che sfoceranno in azioni future, interscambiando opportunità e avviando un'atmosfera di interfacia tra loro per iniziare rapporti e interscambi produttivi. Altro interessante incontro al Comune di Casano, sempre coordinato da Maria Dolores Spinelli. Il sindaco Avv. Giuseppe Gentile ha confermato l'impegno a lavorare su un programma che coinvolgerà e svilupperà in un'azione comune pugliesi residenti e all'estero. Alessia Ferreri, del gruppo Donna Impresa dell'Acli, ha coordinato un altro incontro dal quale è emersa l'idea del corridoio come nuova possibilità di crescita con l'Argentina. All'iniziativa ha partecipato anche l'Assindustria di Lecce. Non è mancato un confronto in il rettore dell'Università di Bari Dott. Giovanni Girone (presente Vito Leccese come coordinatore dell'attività dell'Università verso l'Argentina), il quale ha indicato che l'Argentina è un gran territorio per l'Italia e che l'Università ne ha scelti due: i Balcani come territorio vicino, e l'Argentina come territorio lontano per lavorare insieme. Anche l'incontro con il Municipio di Bari rappresentato dall'assessore alle attività produttive Sergio Ventrella ha posto in essere una serie di iniziative e proposte concrete sottolineando i punti di forza e debolezza dell'imprenditoria e ha espresso la volontà di lavorare insieme per lo sviluppo dei territori, appoggiando inoltre l'entusiasta idea del Corridoio-Produttivo Regione Puglia-Argentina. Visita anche a Trani con un incontro con l'assessore alle attività produttive, Dott. Luigi Simone che ha apprezzato il coordinamento svolto con intelligenza e saggezza nel processo del suddetto corridoio. Simone ha anche ricordato il tango Argentino, essendo il musico Piazzolla, originario di Bari. Il giro delle imprenditrici ha fatto tappa anche al Comune di Acquaviva, coordinato da Isabella Tisci, dove ha vissuto un altro momento non solo istituzionale per far diventare operativo il corridoio, ma anche il coinvolgimento delle imprese che si sono collegate con il gruppo delle imprenditrici. Il sindaco Avv. Franco Pistilli ha sottolineato l'importanza di unirsi alla ricerca della innovazione sul territorio per lo sviluppo della imprenditorialità. Ha concluso Nicolas Moretti, presidente dell'Associazione Pugliese di La Plata (coordinatore dell'ente gestore dell'iniziativa in Puglia): “Non siamo soli. La Plata (a 50 km da Buenos Aires) e Cordoba (a 1.000 km da Buenos Aires), lavorano insieme. E' un esempio, ma è anche possibile farlo in futuro con tutte le altre Associazioni Pugliesi di Argentina ed anche all´estero. “Interagire con la Puglia non è una sfida – ha detto Moretti - perchè la Puglia siamo anche noi all´estero. Le crisi di scambi tecnologici mondiale ci invita a “emigrare sul pensiero” tra noi nasce una nuova speranza e una grande volontà di creare insieme programmi di sviluppo”. “Cooperare per crescere è l'idea centrale del progetto – ha aggiunto Moretti -, in un processo di crescita che l'Italia e l'Argentina vogliono realizzare (associarsi) sarà necessario condividere quest'idea di interscambi applicando le nuove tecnologie sul territorio in forma di rete sostenibili. Puglia e Argentina possono creare (anche con le altre Associazioni che rappresentano le regioni italiane che si trovano nella circoscrizione del Consolato Generale di La Plata) un nuovo momento di confronto. Oggi la donna argentina ha offerto un esempio e ha rappresentato degnamente se stessa e la sua terra. Conoscere e capire questo progetto costituisce un braccio del programma “Apprendimento e Disegno di Futuro” come altri progetti che abbiamo sviluppato con successo negli ultimi 4 anni. Il Corridoio-Produttivo-Turistico-Culturale è il risultato delle iniziative realizzate con i programmi PON ATAS (Tecnopolis, Università di Bari, Spegea e Formez). Intanto, programmare nei prossimi 3 a 5 anni un disegno specifico sull'identità produttiva e culturale del territorio sarà una priorità, un nuovo distretto Italia-Argentina, con un'essenza culturale. Necessariamente, nella fase iniziale, occorrerà lavorare sul corridoio produttivo su un piano strategico di sviluppo territoriale e sulla cooperazione internazionale tra la regione Puglia e la Provincia di Buenos Aires (Argentina), una strada da creare e scoprire insieme con le altre Associazioni. “Sappiamo che non tutti saranno preparati per capire e portare avanti il discorso produttivo culturale – ha proseguito Moretti -, perciò bisogna coinvolgere con pazienza tutto il territorio (Puglia-Argentina) con “l'insert” degli enti locali privati e dello Stato, si potrà creare una nuova personalità (Identità), un nuovo carattere nel profondo delle nostre regioni (province), con quelli che oggi sono disponibili a lavorare sul pensiero in rete (unità). Oggi la Puglia è stata intelligente a capire che è importante essere uniti in un piccolo processo di internazionalizzazione culturale-produttiva. Vissuto in Puglia, utilizzando l'emigrazione (l'italiano come risorsa) può diventare un modello da imitare. Osservo che gli assessorati, l'Università, le Scuole, la Provincia e le Imprese, vogliono sviluppare un nuovo modello, una nuova architettura sociale. Abbiamo capito che l'Italia ci sta aiutando con grande sforzo, e anche le nostre regioni (la nostra gente) hanno bisogno di un risultato concreto (creare lavoro), perciò dobbiamo utilizzare al meglio dei meccanismi e delle competenze, con lealtà, creando fiducia in rete, proponendo un vero lavoro d´interfaccia collettiva. Dobbiamo essere veri costruttori del territorio. La “new economy” viene a grande velocità e invita a una nuova scelta, nuove decisioni, perciò non dobbiamo dimenticare i valori che costituiscono la nostra cultura perciò occorre portare avanti le comunicazione con la“new tecnology” come supporto per sviluppare le vere radici culturali-produttive: è questa la vera sfida per la crescita del territorio”. Jose Billiani
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet