Recupero Password
Comunicazione ambientale, l’idea di un mondo diverso Tre parole d’ordine: informare, dialogare, comunicare in positivo
15 dicembre 2001

Si può elaborare un nuovo modello di comunicazione ambientale? Se n’è discusso domenica 16 dicembre presso la sala Turtur, in occasione del consiglio regionale dei circoli Legambiente. “E’ emerso – ha dichiarato Massimiliano Schiralli, presidente regionale di Legambiente – che possono convivere diversi strumenti, tutti egualmente efficaci e necessari, per comunicare l’ambiente: dal portale on-line, alla rivista specialistica, al mensile divulgativo di più facile fruizione e aperto a fasce di utenza più larghe”. E’ tempo di dare nuova linfa all’ambientalismo scientifico, tentando di elaborare nuovi linguaggi “proattivi”, capaci di traghettare i messaggi ambientali verso prospettive di proposta, il più possibile concrete e credibili. “E’ fondamentale continuare a colpire l’immaginario – ha sottolineato Marco Fratoddi, redattore de La Nuova Ecologia – per dare visibilità e concretezza alle nostre proposte. Impegnarsi a diffondere e a vendere un’idea nuova di mondo diverso e possibile: l’utopia non basta più e vale ancora, anche in materia di comunicazione ambientale, la vecchia teoria del buon esempio. Chi non crede nelle ragioni dell’ambiente potrà iniziare a farlo, solo se gli verrà prospettata un’alternativa positiva e plausibile”. Informazione o approfondimento? Oggi la comunicazione ambientale non può che affiancare a un approccio specialistico e tecnico (sempre necessario per rendere credibili i propri messaggi, come ha precisato il prof. Cosma Cafueri, redattore di Villaggio Globale), l’informazione veloce, fruibile in poco tempo: le nuove frontiere offerte dal mondo web sono state illustrate da Antonio Procacci, direttore del portale Puglia.net. Comunicare l’ambiente si può, anche in un’azienda. “Il mondo dell’impresa non nasconde più al suo interno le proprie debolezze – ha precisato Dario Stefàno presidente della Commissione Ambiente di Confindustria – ma da anni ormai ha maturato un’apertura nuova, una tendenza a relazionarsi attivamente con forze e interessi anche diversi da quelli strettamente legati alla logica del profitto. L’ambiente è uno di questi”. Il convegno è stato anche occasione per illustrare e fornire aggiornamenti sulla campagna realizzata da Legambiente Puglia, in collaborazione con il circolo Legambiente di Molfetta, Via le bombe da un mare di pace. 5000 le cartoline-petizione già raccolte, indirizzate al presidente della Repubblica per sollecitare la bonifica dei fondali del basso Adriatico dagli ordigni risalenti alla guerra in Kosovo. Un buon esempio di comunicazione ambientale. Massimiliano Piscitelli
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet