Recupero Password
CALCIO. Molfetta – Castellana 1 – 1. I locali non vanno oltre il pareggio
10 febbraio 2005

MOLFETTA – 9.2.2005 Molfetta calcio: Panebianco 6, Abbatantuono 6, De Candia 5,5, Marcadante 5 (52' Aloisio 6), Tedesca 5, Baldassarre 6, Uva 7, De Bari 6, Monopoli 5, Tritta 6,5, Del Vescovo 5. All: Terracenere 6. Castellana: Trisciuzzi, Palmisano, Carrassi, Fanelli, De Palma, Polimero, Garofano, Mastellone, Romano, La Porta, D'Ambrosio (75' Donvito). All: Divenere. Arbitro: Rizzo (Castrano). Note: Espulso Fanelli per doppia ammonizione. Ammoniti: Abbatantuono, Monopoli, Trisciuzzi, Mastelloni, Romano. Continua il momento negativo del Molfetta a digiuno di vittorie da tre gare. Reduce da due trasferte in cui ha racimolato un solo punto, in virtù dello 0-0 a San Severo e la clamorosa sconfitta di Capurso per 4-3 dopo un primo tempo in vantaggio per 3-1, il Molfetta era chiamato ad un immediato riscatto per non perdere i contatti con l'alta classifica. Ma anche al “P. Poli” le cose hanno continuare a girare per il verso sbagliato. Tant'è che il pareggio, per come si erano messe le cose, deve essere accolto come un segnale positivo. Un punto agguantato a 5 minuti dal termine più con la forza della disperazione che altro ha messo così una pezza ad una gara che da subito si è rivelata difficile. Di fronte un modesto Castellana che si è ritrovato in vantaggio dopo 10 minuti e che, quasi senza affanno, stava per portare a casa i 3 punti. Indisponibili per acciacchi e squalifiche D'Aloia, Cormio, Carlucci, Di Vittorio e Di Pinto, l'allenatore Terracenere ha dovuto spostare alcune pedine per coprire i ruoli mancanti, senza però modificare l'impostazione tattica di sempre. Infatti, il mister ha spostato Tritta a centrocampo, inserito Mercadante in appoggio al tridente Uva al centro, Monopoli a sinistra e Telesca a destra. Ma non è facile sostituire pedine importanti come D'Aloia e Carlucci, Infatti, sin dalle prime battute la manovra appariva lenta, poco fluida e prevedibile. Con alcuni giocatori in giornata no, come Telesca e Monopoli, mentre Mercadante a centrocampo girava spaesato. Al 10' alla prima occasione il Castellana andava in vantaggio. Su punizione da centrocampo la palla perveniva in area, i centrali molfettesi non chiudevano con efficacia e, dopo una serie di rimbalzi, La Porta, aveva tutto il tempo di aggiustarsi la palla e indirizzarla rasoterra verso l'angolo lontano. Nulla da fare per Panebianco: 1-0 per il Castellana. La reazione del Molfetta era blanda senza incisività. Al 25' era Telesca a sfondare sulla destra, ma il suo cross attraversava tutta l'area senza incontrare nessun molfettese. Tritta cercava di mettere un po' di ordine, ma Telesca e Monopoli quando arrivavano al tiro, sempre scoordinati, calciavano fuori misura. Nel secondo tempo i biancorossi ci metteva più cuore e le incursioni in area del Castellana divenivano più frequenti. Al 4' azione volante sulla sinistra Tritta-Mercadante-Telesca, con quest'ultimo quasi sul fondo e non inquadrava la porta. Stessa fine per un tiro di Tritta al 6' servito in piena area da Mercadante. Al 10' mischia in area con tre molfettesi che a due passi dalla porta non riuscivano ad indirizzare la palla in rete. Al 20' il Castellana rimaneva in 10 per l'espulsione di Fanelli per doppia ammonizione. Il Molfetta prendeva coraggio, mentre il pubblico capiva il momento difficile della squadra e non faceva mancare il proprio sostegno. Al 30' su calcio d'angolo, Aloisio di testa impegnava il portiere ospite che volava sulla sinistra a deviare in angolo. L'estremo difensore del Castellana si ripeteva su uno stacco preciso di Uva. Ma era la prova generale del gol. Al 40' il goleador molfettese saltava più di tutti e raccoglieva una punizione da centrocampo, palla sotto la traversa alla destra del portiere e realizzava così la quindicesima rete stagionale. La volontà di cercare un'insperata rimonta c'era tutta, c'era il cuore ma non le gambe, né il tempo. Pareggio quindi da accettare e da considerare salutare, nella speranza che domenica prossima a Conversano, seconda in classifica, sia tutta un'altra musica. Ancora una volta a fine gara il solito teppistello impunemente è entrato nel campo con l'intenzione di prendersela con l'arbitro che per fortuna, aveva già guadagnato il sottopassaggio. Un signore ha cercato di fermarlo e ha rischiato di venire aggredito dal teppista. Ancora una volta questo giovinastro, che tutti conoscono, ha infangato l'onorabilità del “P. Poli”, grazie anche ad una indifferenza delle forze dell'ordine, che in questi casi, guardano sempre da un'altra parte. E non è la prima volta, e purtroppo non sarà l'ultima. Francesco del Rosso Risultati: Barletta-Altamura (5-0), Capurso-Toritto (2-0), Castellaneta-Minervino (2-0), Cerignola-Orta Nova (6-0), Molfetta-Castellana (1-1), Nps Altamura-Arpifoggia (1-1), San Severo-Pro Gioia (1-1), Trani-Conversano (3-2). Classifica: Barletta 45*, Cerignola 42, Conversano 41*, Molfetta 39, Capurso 36, Nps Altamura 34*, Trani 31, San Severo 25, Castellana e Castellaneta 24, Arpifoggia 19*, Pro Gioia 18, Toritto 17, Minervino 12*, Orta Nova 6, Altamura 5. * La gara di domenica scorsa Orta Nova-Barletta (0-2) non è stata ancora omologata per incedenti, mentre Npa Altamura, Conversano, Arpifoggia e Minervino devono recuperare una gara.
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet