Recupero Password
Barletta, sequestrata dalla Guardia di Finanza maxi-discarica abusiva di 100mila mq Gioia del Colle, sequestrati rifiuti speciali provenienti dalla demolizione di veicoli. Individuato evasore totale
08 marzo 2007

BARI - Prosegue l'attività dei militari della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Bari, in servizio presso la Compagnia di Barletta nel settore della tutela del patrimonio ambientale. Nella zona periferica di Barletta è stata individuata e sottoposta a sequestro un'area di circa 100.000 mq. destinata a discarica abusiva di rifiuti pericolosi e speciali (nella foto). L'intera area, sita a ridosso del centro abitato, era stata individuata per l'insediamento della nuova zona “167” e quindi destinata all'edilizia cooperativa ed alla realizzazione di strutture sportive. Nella maxi discarica sono stati rinvenuti rifiuti abbandonati di ogni specie per un quantitativo, stante l'estensione, difficilmente determinabile. Soprattutto inerti residui dell'attività edilizia, ma anche rifiuti solidi urbani, copertoni, eternit e residui di lavorazione dell'industria tessile. L'abbandono di rifiuti si ritiene si sia protratto nel tempo, perché insieme a cumuli recenti sono state scoperte numerose travi di cemento armato e ulteriori cumuli di rifiuti ormai quasi del tutto coperti da erbacce e sterpaglie. Sono state, altresì, individuate numerose vie di accesso all'area perfettamente spianate con la finalità di permettere lo scarico dei rifiuti da parte di mezzi pesanti nelle zone più accentrate dell'area per occultare l'attività illecita. Sempre all'interno dell'area è stata rinvenuta una baracca attrezzata a ricovero di fortuna presumibilmente utilizzata da extracomunitari. Sono in corso approfonditi accertamenti finalizzati alla individuazione di tutti i proprietari delle diverse particelle cui l'intera zona è suddivisa, che saranno segnalati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trani per reati ambientali. Gioia del Colle, sequestrati rifiuti speciali provenienti dalla demolizione di veicoli. Individuato evasore totale Militari della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Bari, in servizio presso la Tenenza di Gioia del Colle, nel quadro degli ordinari servizi di controllo economico del territorio e di pubblica utilità "117" e all'esito di una serie di controlli in materia di tutela ambientale, hanno sottoposto a sequestro, in località Acquaviva delle Fonti, un'area della superficie di circa mq 400 adibita all'attività di recupero e stoccaggio di rifiuti speciali, anche pericolosi, costituiti da parti di autoveicoli (motori, componenti elettriche-meccaniche in genere, parti di carrozzeria, batterie, pneumatici ecc.). Nel corso del servizio i finanzieri hanno, rilevato oltretutto, che il gestore dell'attività non aveva adempiuto alle incombenze di legge relative alla denuncia dell'attività di autodemolitore (comunicazione di inizio attività alla competente Sezione Regionale dell'Albo Nazionale dei Gestori Ambientali, subordinata ad una visita preventiva da parte della Provincia). L'intero materiale rinvenuto, nonché l'area, è stato sottoposto a sequestro, mnetre il responsabile è stato segnalato alla competente Autorità giudiziaria per violazione alla normativa ambientale. E' stato rilevato, altresì, che il soggetto esercitava l'attività di officina meccanica e carrozzeria in completa evasione di imposta, senza aver istituito alcuna documentazione contabile. Infatti sulla stessa area è esistente un capannone di circa 200 mq, con all'interno tutta la necessaria attrezzatura quale: banco ed attrezzi da lavoro nonché ponte sollevatore, forno per verniciatura ecc. Sono in corso ulteriori accertamenti di natura tributaria per la ricostruzione del volume d'affari e per la quantificazione del reddito imponibile sottratto a tassazione. Bari, sequestro di merce di provenienza furtiva; sequestro di capi di abbigliamento con falso made in Italy; sequestro di oltre 12 Kg. di sigarette. Denunciati i responsabili Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Bari, in servizio presso il dipendente Gruppo – 1° Nucleo Operativo - Porto, nel quadro degli ordinari servizi di vigilanza doganale e a seguito di un'accurata attività di monitoraggio dei fattori di rischio sui mezzi e sulle merci, hanno rinvenuto all'interno di un'autovettura guidata da un cittadino albanese in procinto di imbarcarsi, computers portatili, dipinti, telefoni cellulari, autoradio, apparecchi hi-fi, macchine fotografiche, preziosi ed orologi, dei quali il soggetto non è stato in grado di giustificare la legittima provenienza. Nel corso degli accertamenti effettuati è stato, inoltre, appurato che uno dei computer rinvenuti a bordo dell'automezzo, proveniva da un furto avvenuto in una abitazione e denunciato ai Carabinieri di Milano. Conseguentemente si procedeva al sequestro dell'autovettura e del carico, mentre il soggetto albanese è stato denunciato a piede libero alla competente Autorità Giudiziaria per ricettazione. In altre operazioni le stesse Fiamme Gialle hanno sottoposto a sequestro, rinvenuti all'interno di autoarticolati: 6.532 capi di abbigliamento recanti marchi di note griffes; 2.100 ciabatte, tutti con il marchio Made in Italy contraffatto. Infine, sono stati effettuati vari interventi nel settore tabacchi lavorati esteri, all'esito dei quali sono stati sequestrati complessivamente oltre 12 kg di t.l.e. nei confronti di 3 soggetti (1 macedone, 1 bulgaro e un cittadino turco), che sono stati segnalati alla Direzione Circoscrizione Doganale di Bari. Le sigarette sono state scoperte a seguito delle ispezioni di bagagli ed automezzi eseguite dai finanzieri in servizio di vigilanza doganale e riscontro merci sia presso l'ufficio viaggiatori dello scalo marittimo cittadino sia presso i varchi doganali. I tributi relativi ai diritti di confine dei tabacchi sequestrati, ammontano a circa 2.100 euro.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet