Recupero Password
Auchan - Rinascente sbarca a Molfetta, anzi no Quando tutto era pronto per iniziare i lavori, il Consiglio di Stato congela ogni cosa
15 luglio 2000

Che a Molfetta si sarebbe insediato nella zona Asi un ipermercato era noto da tempo. Era noto anche che erano in atto numerosi ricorsi presentati da un’azienda concorrente e dalla Confesercenti di Bari. QUINDICI nel numero di aprile ’99 aveva dato notizia che il primo ricorso era stato bocciato dal Tar Puglia. Successivamente il Comune di Molfetta aveva avviato le procedure per le relative licenze edilizie e autorizzazioni, in attesa della definizione degli altri contenziosi legali. Si pensava a tempi lunghi, nella convinzione che ad ogni ricorso sarebbe seguito un singolo procedimento. La svolta qualche settimana fa, quando il Tar, ha concentrato i ricorsi in un solo procedimento legale, respingendoli tutti in una sola sentenza. Contro la decisione del Tar Puglia, la Confesercenti di Bari si è appellata al Consiglio di Stato. Una mossa che il gruppo “Auchan – Rinascente”, convinto di vincere anche in appello, ha sottovalutato, al punto da comunicare all’amministrazione comunale di Molfetta di essere pronta ad aprire i cantieri. Addirittura era stata annunciata una conferenza stampa per presentare il progetto e le attenzioni degli investitori per la nostra città. La struttura si realizzerà nella maglia C su un’area di 135 mila mq. comprende oltre all’ipermercato vero e proprio (44 mila mq.), un ampio parcheggio (36 mila mq.), verde attrezzato e strutture ricreative, non si esclude un cinema multisala. L’investimento complessivo ammonta a circa 70 miliardi per un impatto occupazionale di 550 unità. Ma, contrariamente alle previsioni, il Consiglio di Stato il 5 luglio ha accolto i vari ricorsi presentati dalla Confesercenti ed ha bloccato tutte le autorizzazioni, in attesa di entrare nel merito del contenzioso, cosa che dovrà avvenire entro 90 giorni. Tutto, dunque, torna in alto mare, complice anche la Regione, perché questi contenziosi vanno avanti per l’assenza di una legge regionale quadro sulla grande distribuzione, con buon pace, non solo di quei commercianti che vedono nella grande distribuzione la loro rovina, ma anche degli altri ipermercati esistenti, che tendono a prolungare nel tempo una posizione di monopolio. C’è anche chi è rimasto indispettito, perché l’insediamento di un gruppo industriale leader della grande distribuzione rappresenta un’occasione di lavoro di tutto rispetto, soprattutto per i giovani, come è accaduto a Casamassima, Bari, Andria, Foggia, Taranto, per citare alcune città sede di queste strutture. Ma a Molfetta siamo abituati a farci del male. E l’ottusità della Confesercenti è ormai nota (vedi l’ostitlità alla zona pedonale e alle zone blu che si sono rivelate, invece, vantaggiose proprio per i commercianti, anche quelli più “arretrati” mentalmente). Siamo certi, però, che presto o tardi l’ipermercato a Molfetta si farà, non per volere di Tizio o Caio, ma perché il mercato del commercio è indirizzato, e non da oggi, verso la grande distribuzione integrata con una serie di servizi alle persone e agli consumatori. Invece di spendere soldi in costosi ricorsi, quei pochi commercianti col paraocchi farebbero bene a investirli in innovazione, per affrontare la concorrenza con le regole del mercato e non con la solita carta bollata che produce solo danni e non risolve i problemi, ma paralizza tutto. Non ci resta che registrare un’ennesima battuta d’arresto. Se ne riparlerà ad ottobre. E i giovani aspettano. Francesco del Rosso
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet