Recupero Password
AN: “Siamo sottopesati, qualcosa va risistemata” Vincenzo Tatulli, presidente locale di Alleanza Nazionale
15 ottobre 2002

Da qualche tempo (anche “Quindici” ne ha parlato) si registra un certo malessere all'interno della maggioranza di centrodestra che governa la città: ci sono scontenti e aspirazioni che fanno pensare a un rimpasto o a una ridefinizione del ruolo di alcuni partiti, primo fra tutti An (ma anche in Forza Italia non mancano i brontolii), che chiedono maggiore visibilità, oltre a un ruolo più “pesante” nell'amministrazione di Tommaso Minervini. Ne abbiamo parlato con Vincenzo Tatulli, presidente della locale sezione di An. Ritiene che il suo partito abbia adeguata rappresentanza all'interno della coalizione, o sia sottostimato? “Più che sottostimato, direi sottopesato. Ad ogni modo, non è una questione di natura numerica, ma politica. Riteniamo che sia arrivato il momento di ridiscutere tesi, priorità politiche e visibilità nell'amministrazione. A giugno abbiamo presentato al sindaco un documento in tal senso. Gli chiedevamo di rivedere l'agenda governativa sulla trasparenza e gli atti amministrativi, i parcheggi, la suddivisione in circoscrizioni e il “modus operandi” dei dipendenti comunali, ancora legati a vecchi modi di pensare ed agire”. Qual è stata la reazione del sindaco? “Siamo in attesa che il sindaco risponda, finora è stato troppo preso dall'attività amministrativa. Quando lo farà, sarà anche il momento di ridiscutere la distribuzione di pesi e visibilità nell'amministrazione e della ricollocazione di posti di governo e di sottogoverno”. Questo documento è stato sottoscritto anche dagli altri partiti del centrodestra? “No, solo da Alleanza Nazionale”. An fa parte di una maggioranza definita “Progetto civico”, vi sta stretto questo modello? “Siamo consapevoli di far parte di un'amministrazione di transizione ed anche la “Casa delle Libertà” vive un momento legato alla brevissima e intensa attività amministrativa. Crediamo che lo sbocco naturale di quest'esperienza sia l'affermazione del progetto politico della “Casa delle Libertà”. Come sono i rapporti tra An e il sindaco? “Buoni, ma questo non significa che rinunciamo al nostro autonomo senso critico nell'interesse del bene pubblico”. Ci dica una vostra priorità “La trasparenza. Questo significa portare a gara esternalizzazioni e appalti senza scorciatoie”. Francesco del Rosso
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet