Recupero Password
Riparato a Molfetta il parcheggio di piazza Garibaldi all'interno del Seminario Vescovile “Quindici” aveva rilevato e segnalato un difetto nella lettura del ticket, col rischio di restare intrappolati, fino all’intervento “liberatore” dell’addetto al controllo remoto dell’impianto
Il sindaco Tommaso Minervini verifica il funzionamento del lettore ticket della nuova area di parcheggio
18 gennaio 2020

MOLFETTA – Riparato il guasto al funzionamento del ticket del nuovo parcheggio auto all’interno del Seminario Vescovile, in piazza Garibaldi, accanto alla villa comunale. L'apparecchio è stato tarato e messo a punto per evitare nuovi disguidi: operazione che si sarebbe potuta fare prima di attivare l'impianto per il pubblico.

“Quindici” aveva rilevato il difettoso funzionamento del lettore del ticket che impediva all’automobilista di uscire dal parcheggio, restandone “prigioniero” fino a quando non interveniva l’addetto al controllo, attraverso la telecamera provvedendo a riaprire la sbarra e permettendo all’auto di uscire.

Il parcheggio da 62 posti auto, affidato alla gestione della Multiservizi, è però ancora scarsamente frequentato ed ha una tariffa oraria di 1 euro, superiore a quella degli altri parcheggi pubblici cittadini. La cosa si spiega col fatto che il Comune deve versare un oneroso canone di locazione alla Curia Vescovile e difficilmente riuscirà a rientrare, non solo per ammortizzare le spese di realizzazione, ma anche per quelle di gestione ordinaria.

Un altro dubbio è stato sollevato un lettore: come si potrà accedere al parcheggio durante la festa patronale, quando ce ne sarà più bisogno, se l’accesso e la circolazione sono bloccati dalle bancarelle?

Comunque è già un fatto positivo che ci sia una nuova disponibilità di posti auto. “Quindici” ha apprezzato il fatto che dopo la propria segnalazione, il lettore del ticket sia stato riparato dalla Multiservizi e dai tecnici dell’impianto e ne ha verificato direttamente il funzionamento. Per cui i cittadini ora possono stare tranquilli e usufruire del servizio senza il rischio di restare prigionieri all’interno del parcheggio. Una verifica è stata fatta personalmente nei giorni scorsi anche dal sindaco Tommaso Minervini.

Ricordiamo alcune informazioni su orari e costi del servizio.

Le tariffe sono differenti a seconda che si tratti di periodo estivo compreso tra il primo giorno di maggio e il 31 ottobre, e il periodo invernale, compreso tra il primo giorno di novembre e il 30 aprile, e delle fasce orarie.
Nel periodo estivo la tariffa diurna, compresa tra le 9 e le 22, è di un euro all’ora, la tariffa serale compresa tra le 22.01 e le 8.59 del giorno dopo, è di 0.35 centesimi all’ora.
Nel periodo invernale la tariffa diurna, compresa tra le 9 e le 21, è di un euro all’ora, la tariffa serale compresa tra le 21.01 e le 8.59 del giorno dopo, è di 0.35 centesimi all’ora.
Sia in estate che in inverno per i primi dieci minuti nulla è dovuto.

Il ticket deve essere ritirato al momento dell’ingresso nell’area parcheggio. La tariffa deve essere pagata al momento dell’uscita. Il pagamento della sosta deve essere eseguito attraverso la cassa automatica che accetta pagamenti in denaro contante (con sola esclusione dei tagli da € 0.01, € 0.02, € 50.00, € l00.00, € 200.00 e € 500,00), carte di credito, bancomat, ecc. ed effettuerà operazioni di resto fino ad un importo di € 20.00.
Nel caso in cui dovessero esserci problemi l’automobilista può richiedere l’intervento del gestore, la Multiservizi, semplicemente schiacciando un pulsante che attiva una chiamata a cui risponde sempre un operatore in grado, da remoto, di sollevare le aste per l’uscita. Va da sé che l’automobilista deve dimostrare di aver con sé il ticket del parcheggio.
All’esterno del parcheggio, che è dotato di telecamere e sistema di videosorveglianza sempre attivo, è presente un contatore che indica quanti posti sono ancora liberi.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2020
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet