Recupero Password
Bambino morso da un cane nella villa comunale di Molfetta Allarme sicurezza: i cittadini hanno paura a portare i bimbi al giardino. Vigilanza inesistente. L’amministrazione del "liberi tutti" tace
28 giugno 2019

 MOLFETTA – Un cane ieri ha morso un bambino nella villa comunale di Molfetta e il padrone ha fatto perdere le sue tracce.

Due giorni fa “Quindici” aveva lanciato l’allarme sicurezza per la villa comunale, divenuta terra di nessuno, proprio su segnalazione di un lettore che aveva visto due grossi cani lasciati liberi dai padroni di scorrazzare, senza guinzaglio e senza museruola, malgrado la presenza dei bambini.

http://www.quindici-molfetta.it/allarme-sicurezza-nella-villa-comunale-grossi-cani-liberi-pericolo-per-i-bambini-un-lettore-scrive-a-quindici_45675.aspx

“Quindici” aveva anche messo in guardia l’amministrazione per l’assenza di una efficace vigilanza all’interno della villa, una carenza che era già stata segnalata in passato. Il sindaco aveva vantato una vigilanza armata, ma a cosa serve se non funziona? A che serve assumere nuovi vigili urbani, se non si riesce a garantire la sicurezza? Non si può continuare a gestire la politica del “liberi tutti” che è diventata una regola a Molfetta: ognuno fa quello che gli pare e garantita dall’amministrazione “ciambotto” delle liste civiche dei consiglieri voltagabbana, che pensa solo a fare incetta di voti.

L’episodio di ieri è gravissimo (il bambino è stato morso al sedere, riportando una ferita) e lo segnaliamo al sindaco e all’assessore alla sicurezza: non basta posizionare 160 telecamere se non si riesce a garantire la sicurezza all’interno di un giardino pubblico. La polizia locale non può limitarsi a fare le multe, anche sbagliando, come è avvenuto recentemente secondo quanto riferitoci da un lettore. Genitori e nonni ora hanno paura a portare i bambini in villa, anche per la presenza, mai ostacolata, di giovinastri e di adulti che giocano a pallone, col rischio di colpire i piccoli.

La polizia locale, alla quale si è rivolta la nonna del bambino, ha detto che non può fare nulla i carabinieri si limitano a registrare la denuncia contro ignoti, perché il padrone del cane ha pensato bene di allontanarsi: chi garantisce la sicurezza nella villa?

E’ questa la villa comunale che piace all’amministrazione comunale? Se non si riesce a garantire la sicurezza, allora è meglio chiuderla, prima che avvenga qualche episodio ancora più grave del bambino che è stato morso al sedere, riportando una ferita tanto da essere costretto a ricorrere alle cure del pronto soccorso, oltre a rimediare uno spavento che gli resterà a vita.

Sono tanti i genitori che ci segnalano questi episodi, più che girarli ad un’amministrazione comunale insensibile, un non possiamo fare. Ma l’opinione pubblica ora è cosciente di questi pericoli che ci sono nella villa comunale e chiede un intervento immediato. Ma, forse, l’amministrazione comunale di destracentro “ciambotto”, con problemi interni in vista delle elezioni regionali, è in tutt’altre faccende affaccendata. Quando scoppierà un incidente più grave (auguriamoci di no) chi si assumerà le responsabilità? Amministrare non vuol dire realizzare cantieri dovunque per il piacere dell’assessore “cantiere perenne”, ma garantire la sicurezza dei cittadini.

© Riproduzione riservata 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2020
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet