Recupero Password
Volley, Coppa Italia: a Bari conclusasi la 40° edizione. Successo della Sir Safety Conad Perugia
Uros Kovacevic
30 gennaio 2018

BARI - Dopo ben 25 anni dall'ultima volta al Sud (l'edizione 1992-1993 giocatasi a Napoli), le semifinali e finali di Coppa Italia di pallavolo maschile hanno scaldato gli animi dei tanti appassionati e tifosi del volley accorsi per l'occasione in quel di Bari. Una festa della pallavolo a tutto tondo che ha visto sfilare nell'impianto del PalaFlorio le quattro squadre più forti del campionato di Superlega UnipolSai e le due finaliste del campionato di A2.

Non sono mancate le polemiche dopo la scoperta della sede della Final Four da parte di alcune delle tifoserie, in particolare di quelle più distanti dal capoluogo pugliese. Le ultime cinque edizioni, infatti, si sono svolte tra Milano e Bologna, città senz'altro più vicine alle squadre protagoniste. Una rassegna quindi che è stata in tutti questi anni appannaggio del nord, ricordiamolo, patria della maggior parte delle società che militano in Superlega.

Accantonati scetticismo e malumori, però, il weekend tanto atteso è arrivato. Il PalaFlorio ha registrato pressoché sold out in entrambe le giornate mostrando, come sempre, gli aspetti più belli di questo sport, la convivialità tra tifosi, l'allegria, la correttezza tra tifoserie rivali con quel pizzico di goliardia che non guasta mai. Ma soprattutto la capacità del volley di unire generazioni diverse.

Passando dagli spalti al campo, il grande spettacolo ha avuto inizio sabato 27 con le due semifinali tra le squadre di A1. Ad aprire le danze la sfida tra la Cucine Lube Civitanova e l'Azimut Modena, rispettivamente seconda e terza in classifica. Da una parte la forza di Sokolov e Juantorena con le magie in seconda linea del libero Grebennikov, dall'altra parte l'estro di Ngapeth e Bruninho senza dimenticare il talento italiano, classe '96 Argenta protagonista dell'incontro fino al suo infortunio. Ad avere la meglio è stata Civitanova, dopo un primo set modenese pressoché perfetto.

Nella seconda semifinale invece la Diatec Trentino ha sfidato la capolista Sir Safety Conad Perugia. Uno scontro tra serbi, Kovacevic contro i suoi compagni di nazionale Atanasijevic e Podrascanin insieme agli amatissimi vicecampioni olimpici italiani Lanza, Giannelli e Zaytsev. Stavolta ad avere la meglio sono stati i giganti del Perugia che hanno dettato legge fin dal primo set.

Domenica 28 invece spazio alla finale di serie A2 che ha visto scontrarsi la Ceramica Scarabeo GCF Roma e la Caloni Agnelli Bergamo, vinta dalla prima nel segno del cubano Padura Diaz, MVP e Best Scorer. Il preludio della finalissima tra Civitanova e Perugia che ha infiammato gli animi in campo e sugli spalti.

Per concludere, un po' di numeri: 4 partite in due giorni, 4980 spettatori al PalaFlorio sia nelle semifinali che in finale, incassi record. L'edizione più social degli ultimi anni ha registrato un altro primato, quello della vincitrice: per la prima volta a trionfare è stata la Sir Safety Conad Perugia guidata dal carattere del serbo Atanasijevic decretato sembra ombra di dubbio il migliore in campo.

Un'edizione quindi che verrà ricordata per sempre dai tifosi perugini, i più numerosi e caldi all'interno del PalaFlorio. Ma non solo. Quella giocatasi a Bari è una Coppa Italia che rimarrà nel cuore delle gente del sud, dei pugliesi accorsi in un palazzetto che ormai è diventato punto di riferimento del volley che conta (e che a settembre di questo anno ospiterà anche uno dei gironi del Mondiale di pallavolo maschile) e per i molfettesi quest'anno orfani inconsolabili della Superlega.

© Riproduzione riservata

Autore: Daniela Bufo
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727
powered by PC Planet