Recupero Password
Tutti contro la Multiservizi di Molfetta. Articolo Uno e Leu: i manager pubblici non vengano nominati per scaldare la sedia e vengano censurate pratiche di intimidazione verso i lavoratori
11 agosto 2018

MOLFETTA – Tutti contro la Multiservizi di Molfetta. Dopo i sindacati anche il Movimento politico di sinistra all’opposizione Articolo Uno-Leu prende posizione con un duro comunicato.

«La nota congiunta divulgata dai Sindacati (Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti) relativamente alle condizioni dei lavoratori della Molfetta Multiservizi, colpisce, ma non sorprende. Ancora una volta emerge l’indifendibile inadeguatezza di questa Amministrazione smart, che considera le posizioni di potere, come opening di una agenzia di collocamento. Alla fine vengono accontentati tutti quelli che devono essere accontentati, manuale Cencelli alla mano. Non importa che poi vadano solo a scaldare la sedia, né che titoli e competenze renderebbero idonei, tuttalpiù, ad uno stage, non certo al ruolo di manager.

 C’è una differenza significativa tra un’azienda che si adopera costantemente per migliorare processi, offerta, posizionamento competitivo, e una che galleggia in attesa che qualcuno la spinga da una parte o dall’altra (magari pagando consulenze esterne per sopperire alle mancanze interne). La differenza è che la prima cresce e si evolve, la seconda viene fagocitata dal mercato. La sorte non è differente se si parla di un’azienda pubblica, trasformata – in modo più o meno consapevole – in un carrozzone scomodo e pesante, guidato con imperizia e incompetenza.

 Non è questo che meritano i lavoratori della Multiservizi e non è di questo che ha bisogno la città. Al contrario, una multiutility in house è un’opportunità unica per rilanciare l’azienda e farla evolvere in una logica di servizi integrati per il territorio. Per riuscirci è indispensabile costruire e mantenere un dialogo costante e proficuo con Sindacati e lavoratori. Il metodo dell’arroganza – e, da quello che apprendiamo dalla stampa, persino il metodo dell’intimidazione – non è un buon metodo nemmeno nella conduzione dei business privati.

 L’Amministrazione di centrosinistra aveva raccolto l’azienda in condizioni disastrose (si ricorderà, per esempio, il rischio di liquidazione della società e l’onerosa causa con il socio privato, Sceap srl), riconsegnandola poi alla città in condizioni esemplari. Un’azienda sana, virtuosa, con uno staff di lavoratori motivati e ben organizzati.

 È per questo che raccogliamo e rilanciamo l’appello dei Sindacati, perché ci sia un netto cambio di passo nella governance dell’azienda. Diversamente, ArticoloUNO MDP sarà affianco ai lavoratori e ai Sindacati per ripristinare le condizioni del rilancio della Multiservizi».

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727
powered by PC Planet