Recupero Password
Trova la differenza tra verde e rosso nei semafori di Molfetta. Allarme sicurezza nel traffico cittadino
09 ottobre 2020

 MOLFETTA – Trova la differenza tra un semaforo spento e uno acceso (col rosso) ma talmente senza luce e sporco, che può provocare un incidente. Un vero allarme sicurezza, da non trascurare.
Facciamo un gioco: qual è il colore di questo semaforo all’incrocio tra via Baccarini e via Ten. Silvestri? E’ acceso o spento? Come faccio a sapere se devo dare la precedenza a semaforo spento, come dice il cartello? Se passo col rosso, rischio l’incidente, se mi fermo in attesa del verde che non si vede, mi strombazzano dietro e rallento la circolazione. Il povero cittadino non sa come regolarsi e non gli resta che imprecare al vento.

E sono tanti a Molfetta i semafori in queste condizioni, o anche peggio. Ne abbiamo visto qualcuno addirittura col verde e rosso accesi contemporaneamente. Senza parlare di quelli completamente spenti (ne ha parlato qualche giorno fa Tommaso Gaudio nell'articolo sulle mancate manutenzioni cittadine, dal verde ai semafori per finire alla sporcizia diffusa).

Molti di questi semafori sono ormai datati (non meno di 20 anni), ma non vengono considerati prioritari rispetto alle opere pubbliche inutili, i famosi cantieri perenni, privilegiati dall’amministrazione ciambotto.

Quando si parla di sicurezza non bisogna ignorare i semafori, che dovrebbero essere sostituiti perché prioritari rispetto ai nuovi velo-ok (le colonnine arancione spuntate un po’ dovunque, ma non al lungomare, dove si continua a correre senza controllo), per registrare la velocità dei veicoli. A che serve misurare la velocità, se al semaforo non si vede il colore della lanterna e si rischia di passare col rosso e fare un incidente anche a 40 km all’ora?

Dovrebbero saperlo il nuovo comandante della polizia locale Aloia, l’assessore Ancona e il sindaco Minervini che nell’ultima conferenza stampa hanno parlato di sicurezza (approfondiremo l'argomento nella rivista mensile "Quindici" in edicola a metà mese.

Con i semafori, probabilmente, l'amministrazione non fa cassa. La fanno sicuramente i carrozzieri.

© Riproduzione riservata

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2020
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet