Data e ora

mercoledì 10 novembre 2010
Tradizioni molfettesi: Tra le frittelle di San Martino e il ricordo di un lettore di Quindici
Nella sua lettera il lettore ricorda l’attualità di questa tradizione, che domani sarà rispettata da molti abitanti della cittadina pugliese, e che trae origine da una storia popolare

MOLFETTA - Un lettore di Quindici, ricordando che domani 11 novembre si festeggia San Martino, racconta la tradizione molfettese che sicuramente anche quest’anno sarà ‘celebrata’ da chi non dimentica il gusto dei sapori antichi e la storia di questa usanza.

Segue la lettera:

‘L’undici novembre si festeggia San Martino di Tours. Un  proverbio popolare dice che “A San Martino ogni mosto diventa vino”. Difatti, dopo il processo di fermentazione, il mosto prodotto nell’ultima vendemmia è diventato vino.
In questa giornata novembrina i buongustai molfettesi, oltre a sorseggiare il vino nuovo, rinnovano il loro appuntamento annuale con le “frittelle di San Martino”.
Gli ingredienti per prepararle sono semplici e facilmente reperibili: acqua, farina di frumento, lievito di birra, sale e olio.
Le frittelle possono avere diversi ripieni ed essere diversamente assortite: si passa dalle immancabili frittelle mozzarella e pomodoro, a quelle col tonno, cipolla, ricotta, prosciutto cotto e acciughe.
L’antica tradizione delle frittelle è strettamente legata ad un grande prodotto della nostra terra: l’ olio d’oliva.

In questi giorni le nostre strade si impregnano del caratteristico, intenso odore della molitura di olive, proveniente dai nostri frantoi.
Una storia popolare racconta che l’undici novembre di molti anni fa un ricco proprietario terriero, volendo festeggiare un abbondante raccolto di olive, chiamò i contadini che lo avevano aiutato nel raccolto e fece assaggiare loro le frittelle fritte con l’olio prodotto dalle olive raccolte.
Ecco perché, nel giorno di San Martino, sulla tavola dei molfettesi non può mancare un vassoio colmo delle dorate e fragranti frittelle.’

 
 
Q
Segnala la news ad un amico
Tutti i campi sono obbligatori

Il tuo nome
 

Indirizzo E-Mail del destinatario
   




Esprimi la tua opinione
Tutti i campi sono obbligatori

Nominativo
 

Indirizzo E-Mail 
 

Messaggio  
 
Lunghezza max.:2000 caratteri

ATTENZIONE!
LA VISUALIZZAZIONE DELLE OPINIONI NON E' IMMEDIATA


La redazione di Quindici si riserva il diritto di decidere, a suo insindacabile giudizio, di eliminare i commenti alle news che non riterrà adatti alla messa online:
  • pubblicitari a fini commerciali;
  • con contenuti non inerenti all'oggetto della news;
  • che possano essere interpretati come offensivi o lesivi della dignità umana.
Fedele Altamura|domenica 14 nov 2010 04:19:45

E' stato un ricordare il passato,ma ancora le fritelle si fanno in casa e spero er molto.A me mancano tantissimo sia quelle di S.Martino che quelle natalizie.
Vecchio Scarpone|giovedì 11 nov 2010 09:48:37

Q! "In questi giorni le nostre strade si impregnano del caratteristico, intenso odore della molitura di olive, proveniente dai nostri frantoi". Questo accadeva circa sessant'anni fa, mio caro Q, quando i frantoi erano collocati tutti in città e nei vari quartieri, quando la città era più compatta e unita, allora si le nostre strade si "impregnavano del caratteristico intenso odore della molitura di olive, odori vari di fritto: olio, cipolla, tonno, pesce, rape e cime di rape. Senza nessuna nostalgia, ora è tutto cambiato e niente di tutto questo accade. Oggi si tenta di non dimenticare queste "storie" con sagre varie che, a dire il vero, niente hanno a che fare con quelle "storie" del nostro passato. Giusto raccontarle ai giovani, per un esatto confronto storico generazionale. Un caro saluto, Q.
corteo di s. martino|giovedì 11 nov 2010 08:07:03

....NON SERVE IL COPRICAPO...
corteo di s. martino|mercoledì 10 nov 2010 22:06:29

INFORMO I CONCITTADINI CHE DOMATTINA CON INIZIO ALLE ORE 12,OO PER LE STRADE CITTADINE SI SNODERA' IL CORTEO......ANCHE SE NON PARTECIPATE...CONSIDERATEVI COINVOLTI.
In Edicola
Numeri Precedenti

Vai >>

Login Utente

Username  
Password
 


Password persa?
Registrati

Sondaggio

Dopo gli arresti dello scandalo del porto Azzollini deve dimettersi dalla presidenza della commissione Bilancio del Senato?