Recupero Password
Terza età a Molfetta: progetti a cura della Cooperativa Sociale Ca.Ri.A.Ma. a r.l.
05 settembre 2019

A Molfetta è presente da anni una realtà che ogni giorno, con dedizione, impegno e professionalità, si occupa di fornire un servizio altamente qualificato indirizzato a pazienti anziani e, in particolare, a pazienti anziani con malattie neurodegenerative. Parliamo della società cooperativa Ca.Ri.a.Ma, nata nel maggio 2015 grazie all'impegno e all'intraprendenza di diverse figure professionali, il cui obiettivo è rispondere ai bisogni della popolazione anziana e potenziare l'offerta dei servizi presenti sul territorio molfettese attraverso progetti innovativi.
Al momento, difatti, Ca.Ri.a.Ma vanta due progetti curati con competenza e impegno dalle psicologhe psicoterapeute delle cooperativa; il primo progetto “Sulle ali dei ricordi”, è indirizzato a pazienti anziani con disturbo neurocognitivo lieve e ha come obiettivo cardine quello di stimolare e riattivare, attraverso esercizi mirati, le capacità cognitive residue, senza trascurare il versante emotivo e sociale.

Altro importante obiettivo del progetto, infatti, è evitare la chiusura e l'isolamento che questi anziani potrebbero esperire a causa dei primi segnali di disagio, favorendo la socializzazione dei nostri ospiti grazie alle attività, svolte tutte in gruppo indoor e outdoor. La condivisione e l'espressione emotiva è un altro punto chiave del nostro progetto, non solo per i nostri anziani, che hanno la possibilità di incrementare la comunicazione verbale, sentendosi riconosciuti emotivamente, sperimentandosi in nuovi ruoli sociali e aumentando la consapevolezza di sé, ma anche per i caregiver, i quali, attraverso la condivisione di esperienze, e grazie alle preziose informazioni cliniche di supporto per la gestione dei sintomi cognitivi e comportamentali del proprio caro, fornite dalle psicologhe psicoterapeute della cooperativa, riescono ad alleviare il carico, anche emotivo, derivante dalla cura dell'anziano con malattia neurodegenerativa. Il progetto, così come è strutturato, permette di mantenere più a lungo l'autonomia dell'anziano e di favorire la permanenza nel suo ambiente di vita più possibile, evitando l'istituzionalizzazione precoce e fornendo una valida alternativa per quegli anziani che, essendo agli stadi iniziali della malattia, non accettano l'inclusione nei centri diurni.

Ogni giorno (lunedì, martedì, mercoledì, venerdì dalle 9.30 alle 12.30; giovedì dalle 15.45 alle 18.45) i nostri ospiti vengono accolti in un clima familiare ma altamente qualificato, si procede con esercizi di ginnastica dolce con l'obiettivo di stimolare i muscoli del corpo, normalmente indolenziti dal riposo, riattivare la circolazione del sangue e ossigenare il cervello, ma anche di stimolare la coordinazione e la programmazione motoria, abilità spesso compromesse nelle malattie neurodegenerative. Seguono una serie di attività volte a incentivare l'orientamento temporale, spaziale e personale del paziente attraverso un approccio multimodale (verbale, visivo, scritto, musicale ecc...), finalizzato al benessere complessivo della persona, utilizzando tecniche mirate e differenziate con l'obiettivo di massimizzare le funzioni residue della persona facendo leva su tutte le risorse interne ed esterne disponibili.

Il secondo progetto, “Attiva...mente” è uno dei pochi attualmente disponibili sul territorio nell'ambito della prevenzione; consiste in un training di stimolazione cognitiva, realizzato in un arco temporale di 10 incontri, rivolto ad anziani che non presentano patologie neurodegenerative, o che riversano in uno stadio pre – clinico della malattia, con l'obiettivo di allenare, potenziare e conservare le funzioni mentali, agendo a livello preventivo. Durante gli incontri viene promosso uno stile di vita attivo, finalizzato all'apprendimento di strategie mnemoniche da utilizzare anche nella vita quotidiana, a sfavore dell'inattività e della sedentarietà, spesso responsabili di malattie fisiche e cerebrali. Acquisendo un corretto stile di vita e continuando ad esercitare le abilità apprese durante il training in maniera regolare e protratta nel tempo si mira a ritardare l'eventuale comparsa di malattia neurodegenerativa. A ciò potrebbe aggiungersi, come effetto secondario, un miglioramento significativo in termini di autoefficacia e motivazione individuale, con ricadute positive sul tono dell'umore.

La cooperativa Ca.Ri.a.Ma si occupa anche di organizzare incontri informativi, formativi e di sensibilizzazione sul tema dell'invecchiamento sano e patologico, presso la sede in via Mascagni – c/o Parrocchia Cuore Immacolato di Maria. Potete richiedere informazioni via mail: coopcariama@outlook.it o sulla pagina facebook.

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet