Recupero Password
Telefonata di reciproca solidarietà a Molfetta tra il vescovo Cornacchia e il sindaco Minervini
Il vescovo Cornacchia col sindaco Minervini
15 marzo 2020

MOLFETTA - E’ domenica mattina, la prima con assoluto obbligo di rimanere in casa. Le messe si celebrano solo via streaming e il vescovo mons. Cornacchia stamattina telefona al sindaco di Molfetta per testimoniare, in un momento come questo, la vicinanza reciproca e l’assoluta necessità di unità di tutta la Comunità.
Il sindaco Minervini ha ringraziato per questa vicinanza della Chiesa. Sono stati espressi gli incoraggiamenti al duro lavoro del sindaco e soprattutto di tutto l’apparato medico, degli ospedalieri, dei volontari e di tutti quanti col loro impegno realizzano il senso di responsabilità che è necessario in un momento estremamente difficile come questo.

"Dobbiamo proteggere tutti i cittadini, per questo l’appello forte - ha sottolineato il sindaco - è di rimanere nelle proprie abitazioni. I prossimi giorni, le prossime due settimane, sono le più temute dagli esperti per la diffusione del virus. Tutti a casa".

Nel rigido obbligo di non uscire di casa il vescovo questa mattina, alle 10, ha celebrato la Santa messa, trasmessa in streaming ed è stata seguita sul sito della Diocesi, nella Cappellina tanto cara a don Tonino Bello affidando a lui le preghiere della Comunità.

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2020
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet