Recupero Password
Teatro dei Cipis a Molfetta, domenica la straordinaria vita di Peggy Guggenheim
15 novembre 2018

MOLFETTA - Terzo appuntamento della rassegna di teatro famiglia organizzata dal Teatro dei Cipis a Molfetta.

Questa domenica 18 novembre sarà speciale per tutti gli spettatori, infatti grazie alla volontà del Sindaco di Molfetta Tommaso Minervini e dell'Assessore alla cultura Sara Allegretta, lo spettacolo sarà gratuito-

Basterà recarsi presso l'Info Point, in Via Piazza e ritirare il biglietto, fino ad esaurimento dei posti disponibili dell'Auditorium Regina Pacis (non pochi 291 posti a sedere).

Sarà una domenica speciale anche grazie alla compagnia del Teatro de Linutile di Padova che porterà in scena a Molfetta lo spettacolo PEGGY, ispirato alla straordinaria vita di Peggy Guggenheim.

Uno spettacolo bello, ricercato e brioso che ha debuttato sabato scorso a Padova con grande successo di pubblico e di critica.

Professione: Peggy Guggenheim!
Con questa battuta che chiude lo spettacolo, si può condensare la difficoltà di riuscire a catalogare questo personaggio all’interno di schemi precisi e riconoscibili.
Lo spettacolo è un viaggio attraverso una parte della vita di Peggy e attraverso il suo sconfinato amore per l’arte.
Si raccontano soprattutto i primi anni, prima che diventi la famosa collezionista, prima del suo periodo veneziano.
Discendente di una delle famiglie più ricche di New York, in gioventù entrò in possesso di un grande patrimonio. Di carattere inquieto e malinconico, decise di partire alla scoperta dell’Europa e qui entrò in contatto col mondo letterario ed artistico che girava tra Londra e Parigi.

Divenne sostenitrice e mecenate di quel mondo bohémienne nel quale si sentiva assolutamente integrata. Con l’arrivo della guerra, nel 1941, tornò in America e aprì una galleria dal nome The Art of This Century che comprendeva Cubisti, astrattisti, costruttivisti, dadaisti, surrealisti, neoclassici. Sicuramente una delle raccolte più esaurienti sulle correnti
artistiche della prima metà del 900. Dopo la guerra tornò in Europa, approdò a Venezia, comprò palazzo Venier dei Leoni, che divenne una casa-museo e da qui non andò più via.
Lo spettacolo non ha la pretesa di essere una lezione di storia dell’arte, ma vuole far conoscere e incuriosire sul personaggio di Peggy e su quegli artisti che lei ha sostenuto.
Con Marta Bettuolo
Regia Stefano Eros Macchi
Video-maker Marta Mancusi

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727
powered by PC Planet