Recupero Password
Successo dell’iniziativa di regalare un libro ai lettori di “Quindici” per festeggiare i 25 anni della rivista che è in edicola a Molfetta. I contenuti del giornale di giugno
26 giugno 2019

 MOLFETTA – Successo dell’iniziativa di “Quindici” di regalare un libro ai lettori per festeggiare il traguardo dei 25 anni di “Quindici”: una scelta che abbiamo fatto per ringraziare i lettori e gli abbonati che ci seguono da tanti anni. L’omaggio sarà disponibile per i lettori solo fino al 15 luglio, fino ad esaurimento delle copie del giornale in edicola. Poi sarà messo in vendita a 10 euro. Affrettatevi a chiederlo gratis all'edicola.

L’omaggio, infatti, è destinato ai lettori che acquisteranno la rivista mensile “Quindici” nelle edicole di Molfetta. Gli abbonati, invece, hanno ricevuto, all’interno del giornale recapitato per posta, un buono omaggio per ritirare la loro copia del libro dalla libreria “Il Ghigno” in via Giacomo Salepico, 47.

Il regalo di un libro, edito da “Quindici”, ci è sembrato il modo migliore di rimarcare la natura culturale di una rivista di livello, che ha annoverato in passato e conta ancora oggi, i migliori intellettuali e scrittori del territorio.

E quale migliore pubblicazione se non l’ultimo libro del direttore di “Quindici” Felice de Sanctis, giornalista economico del quotidiano “La Gazzetta del Mezzogiorno”, che ha compiuto ben 50 anni di attività giornalistica. Il libro dal titolo “Prima pagina & dintorni. Storia di un Paese che non cambia, mentre il mondo va avanti” con prefazione di Lino Patruno, già direttore della “Gazzetta” (che si può leggere all’interno della rivista), è una selezione di editoriali e articoli di fondo, scritti appunto in prima pagina sul quotidiano barese, ma anche di altri “pezzi” significativi che hanno anticipato molti avvenimenti successivi ancora di attualità, oltre ad alcuni servizi come inviato, scritti da Felice in 30 anni di lavoro nella redazione economica della “Gazzetta”.
Oltre al libro, con un elegante segnalibro, i lettori potranno apprezzare i contenuti della rivista in edicola: Ora 160 telecamere controllano il territorio dalla nuova sede della polizia locale, articolo di Vincenza Amato, con le immagini dell’inaugurazione del nostro bravo fotografo Mauro Germinario che ha dedicato anche la copertina all’avvenimento.

Ricca la pagina di politica a cominciare dall’atteso editoriale di Felice de Sanctis: La sinistra che non c’è, mentre Cosimo Sallustio ci propone un’analisi del voto delle europee: “Tra il nazionalismo di casa nostra e il bisogno di dare voce al Sud dell’Europa senza paura”. A Molfetta ha vinto il Movimento 5 Stelle, ma ha dimezzato i voti, quarta “La sinistra” con la candidata locale, l’ex sindaco Paola Natalicchio che dichiara a “Quindici” di essere orgogliosa di aver impedito a Salvini di essere il primo degli eletti.

Due interviste vedono protagonista il partito di Rifondazione, quella con Antonello Zaza che spiega il motivo della sua decisione di lasciare l’incarico di consigliere comunale per permettere ad altri, in questo caso a Paola de Candia, di fare questa esperienza. Ma Zaza fa anche un pesante attacco anche l’amministrazione “ciambotto” di destracentro di Tommaso Minervini: «ognuno porta a casa il proprio pezzo di bottino e il sindaco gestisce il traffico».

Ma le elezioni europee, delle quali pubblichiamo tutti i risultati a Molfetta, hanno provocato una frattura all’interno della sinistra fra Paola Natalicchio e Rifondazione che non ha sostenuto la candidata locale, preferendole la deputata uscente Eleonora Forenza. Una scelta che ha lasciato l’amaro in bocca all’ex sindaco che, in un’intervista a “Quindici” ammette la ferita con l’altro partito della sinistra. A questa vicenda è dedicata anche la vignetta del nostro Michelangelo Manente: “Scivolone europeo”.

Anteprima assoluta di “Quindici” sul nuovo Palazzo Dogana, l’albergo di lusso realizzato sulla banchina Seminario. Beatrice Trogu ha intervistato uno dei progettisti l’arch. Franco Arbore che ha illustrato i lavori e le difficoltà incontrate e ha anticipato la data dell’inaugurazione ufficiale della struttura: il 12 luglio.

Parliamo anche dell’altro libro edito da “Quindici” scritto da Tommaso Gaudio: “Lo scalo di Molfetta 1947-2015 ascesa e declino” (in vendita a 15 euro), nel quale si raccontano storie ed emozioni di uomini che costruiscono navi; Beatrice Trogu parla dell’esperienza dei volontari che hanno ripulito le piagge e in particolare la Prima cala.

Nelle pagine della cultura, Marco Ignazio de Santis ci propone l’articolo Salvemini “riunciatario” ed “ebreo”, mentre Gianni Antonio Palumbo pubblica la recensione al libro di Marisa e Vincenzo Carabellese su Michele Carabellese “L’amaro della disfatta”, diario di un ufficiale della Regia Marina e lo stesso Palumbo parla della mostra di Raffaele Cappelluti alla Fondazione Valente.
Corrado Pappagallo ci ricorda i primi cinema a Molfetta a partire dal ‘900, mentre Sara Fiumefreddo fa la cronaca della serata dedicata ai 10 anni dalla morte del prof. Giovanni de Gennaro, una bella figura di docente e uomo politico impegnato, collaboratore illustre di “Quindici”.

Il ricordo della prof.ssa Vittoria Sallustio La Piana, apprezzata collaboratrice di “Quindici”, donna di cultura impegnata nel sociale, scomparsa all’improvviso, ci è offerto dalla Fidapa e in particolare da Nanda Amato, Liliana Carabellese e Nicoletta de Palma Colonna.

Isabella de Pinto propone un articolo sulla conferenza del prof. Rocco Chiapperini all’Aneb, su Giuseppe Saverio Poli, scienziato a livello internazionale, mentre è di Gianni Antonio Palumbo la recensione dell’ultimo libro di Marco Ignazio de Santis “Salvemini, D’Annunzio, Pascoli, Prezzolini & C”.

Alla libreria “Il Ghigno” è stato presentato il libro di Luca Trapanese “Nata per te”: l’articolo è di Maria Teresa Gallo.
Non poteva mancare anche quest’anno la Borsa di studio Walter Palombella che il Rotary Club assegna ogni anno agli studenti più meritevoli del Liceo che scelgono la Facoltà di Lettere Classiche. In questa 18ª edizione l’ambito riconoscimento è andato a Valeria Fedele e Paola Corrieri.

Questi gli altri argomenti: La mostra “Ascoltare il respiro della terra” di Condivisione Italia con l’intervista di Sara Fiumefre3ddo a Moustapha Danfa, uno studente senegalese di Molfetta che studia lingue: un esempio di integrazione. Sempre Sara Fiumefreddo ci parla dello Skin Color Test di Giovanni Perillo: Da Estetica delle migrazioni a migrazioni dell’estetica; mentre Sara Mitoli propone un articolo sulla premiazione di Ilaria Dagostino, migliore studentessa del liceo Fornari, alla quale è andato il premio “Don Tonino Bello” del Lions Club.
Pon di grande interesse e altamente formativo alla scuola secondaria Samtomauro con un progetto foto-orienta-legno. Lo raccontiamo con foto.

Per lo sport, articolo sui campionati nazionali di hockey a Molfetta e Giovinazzo.

E, per concludere, la ricetta dello chef Nicola Modugno: “Timballo di maccheroni con melanzane e gamberetti rosolati”.

Ancora pochi giorni in edicola una rivista da non perdere, per leggere quello che gli altri non dicono e che non trovate nemmeno sul quotidiano “Quindici on line” perché il sito e il mensile sono due cose diverse, due contenuti diversi per arricchire l’informazione ai lettori di Molfetta che nessuno può fornire in maniera così completa con due media al servizio dei cittadini.

“Quindici” il giornale leader a Molfetta, “Quindici” la rivista che si sceglie in edicola.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2020
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet