Recupero Password
Storia dell’edicola votiva della Madonna incoronata cancellata a Molfetta vecchia
29 agosto 2019

MOLFETTA - Recentemente sulle testate on line di Molfetta è stata riportata la notizia della scomparsa dell'edicola votiva sotto l'arco di Via Forno, dedicata alla Madonna Incoronata. Da molti anni era rimasto solo l'incavo.
La costruzione dell'edicola potrebbe risalire alla metà del XIX o più tardi. L'edicola intatta la si vede su una mia foto scattata all'incirca nel 1985. Data l'altezza allora non fu possibile stabilire se l'immagine era un dipinto o una stampa devozionale.
In quanto all'arco esso risalirebbe al 1300 circa e alcune sue vicende sono riportate in due miei articoli pubblicati su Molfetta Nostra, nuova serie.
Forti legami devozionali sono emersi dalle carte d'archivio; da un documento del 1594 apprendiamo che l'Università di Molfetta inviava alla chiesa di S. Maria Incoronata una soma di olio; il padre guardiano, nell'accusare ricevuta, ringraziava promettendo fervide preghiere.
Il motivo di questa regalia era la grazia che la nostra città chiedeva alla Madonna di preservare tutto il territorio comunale dai vermi. Nel 1650 fu inviato anche un cantaro di mandorle.
E' segnalato il transito da Molfetta nel 1609 di un monaco benedettino appartenente alla chiesa dell'Incoronata di Foggia a cui il sindaco di Molfetta in soccorso dette 2 tari e 10 grana per elemosina com'era consuetudine da noi nel soccorrere tutti i pellegrini.
Un altro documento del 1678 riporta un episodio che probabilmente ha un legame con quelli precedenti. Tre mule, utilizzate nei molini comunali, si ammalarono. Dopo diverse cure, constatato che non guarivano, per devozione furono inviate al Santuario dell'Incoronata in due diversi viaggi: il 6 luglio una mula e il 17 dello stesso mese le altre due.
E' doveroso menzionare un pellegrinaggio devozionale, di un gruppo di molfettesi d'arabo i sessi, effettuato nel mese di aprile del 1788 alla Madonna Incoronata. Il viaggio fu fatto per mare a bordo di una barca da Molfetta a Manfredonia; da deve si proseguì con carri fino a Foggia e alla chiesa dell'Incoronata. Il ritorno si ripeté sullo stesso percorso.

Bibliografia
C. Pappagallo, Edicole Votive a Molfetta, Quaderno n.12 del Centro Culturale Auditorium - Molfetta, 1997, pag.20; Idem, Tecniche costruttive e nuove scoperte nel Borgo Antico, in Molfetta Nostra, nuova serie, 2001/2; Idem, Via Forno le origini, in Molfetta Nostra, nuova serie, 2001/4; Idem, Legami devozionale tra la città di Molfetta e la Madonna Incoronata. In Luce & Vita, A.75, 1999, n.33.
© Riproduzione riservata

 

Autore: Corrado Pappagallo
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet