Recupero Password
Spazzatour, ancora rifiuti diffusi ecco il “cassonetto per porci” in via Baccarini a Molfetta. Un lettore scrive a “Quindici”: il silenzio dell’Asm e dei vigili urbani
11 dicembre 2020

 MOLFETTA – Continua la rubrica di “Quindici” Spazzatour, il tour dei rifiuti a “molfetta, città dell’immondizia”, un triste primato per la nostra città.

Ora è la volta di via Baccarini, dove un gettacarte è diventato un cassonetto improprio, opportunamente ribattezzato "cassonetto per porci", come segnala un lettore a “Quindici”, con relativa foto.
«Nel gettacarte del giardinetto "ex pesa pubblica" su via Baccarini, si accumulano giornalmente, dentro e fuori, montagne di rifiuti, che spesso non vengono rimossi anche per tre o quattro giorni, o solo dopo che personalmente chiamo i vari numeri ASM (che non rispondono quasi mai o dicono che provvederanno!) o i Vigili urbani, che dicono di non potere far nulla perché anche a loro l'ASM non risponde (chi dovrebbe essere sostituito prima: il presidente dell’Asm o il comandante della polizia locale?).

Eppure si tratta di un "giardino pubblico" con panchine e alberi (anch'essi malconci perché mai innaffiati e curati) che in una città civile sarebbe un luogo di gioco per bambini e di riposo per anziani.

Ho scritto ripetutamente al Sindaco, ho segnalato a voce e per iscritto ai Vigili urbani, senza alcun risultato.

Circa tre mesi fa, dopo una mia ennesima lettera, ho potuto parlare col Sindaco, peraltro molto cortese, proponendo di incrementare le sanzioni (vere) e i controlli da parte di squadre di vigili in borghese armati di macchine fotografiche e blocchetti di verbali, utilizzando anche altre associazioni adeguatamente addestrate e autorizzate in collaborazione con i Vigili urbani, ad esempio le fantomatiche Guardie Ambientali dotate di mezzi, sedi e divise, le Guardie campestri (anche le nostre campagne sono martirizzate da montagne di immondizia e rifiuti vari buttati senza pietà nel terreno o sui viottoli, inquinando anche la terra che ci nutre) o alcune associazioni benemerite di volontariato, o addirittura squadre speciali di operatori ASM.

Tutti costoro potrebbero cogliere quei "civili" che si aggirano con aria furtiva e un sacco di rifiuti in mano, che fanno tutto pur di non utilizzare correttamente il servizio porta a porta, che comunque funziona. Colpire, multare sonoramente, punire e pubblicare giornalmente l'elenco delle multe effettuate (purtroppo la Privacy impedisce di pubblicare i nomi, ma sarebbe una bella cosa far conoscere l'elenco degli odiatori della loro e nostra città)».

Appuntamento alla prossima puntata dello Spazzatour per far guadagnare punti nella candidatura di Molfetta capitale… dell’immondizia.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2021
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet